Diario dal presidio Eutelia – giorno 3

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

(15 dicembre 2010) – Terzo giorno di presidio a Roma e Milano.

Terzo ed ultimo diario dei lavoratori Agile-Eutelia in presidio davanti i tribunali di Milano e Roma. Questo diario è un mix tra i presidi nelle due città. La sentenza del tribunale conferma la truffa di Eutelia nella cessione di Agile. Un buon giorno per gli operai…

presidio al tribunale di Milano

Ore 7.50 (Ivrea) Stamattina, con un po’ più di freddo rispetto al solito, ci siamo ritrovati a Ivrea prima delle otto, per fare l’inventario dei partecipanti, organizzare le automobili necessarie e andare a prendere posto davanti al palazzo di Giustizia di Milano. Gli accordi erano tassativi: si parte alle otto in punto. Infatti, grazie alla nostra consueta, ferrea severità organizzativa, ci siamo mossi pochi secondi prima delle otto…e venticinque …

Ore 8.15 (Roma) Ci sono colleghi già sotto il presidio al tribunale per un’intervista con Radio Città Futura. Siamo in diretta “a parlare di noi” in questo giorno così importante.
Interviene anche Paolo Nerozzi Senatore del PD.

Ore 9.00 (Roma) Siamo ormai in tanti qui sotto. Oggi è stato indetto un giorno di sciopero quindi anche i colleghi che

presidio al tribunale di Roma

lavorano ci hanno raggiunto presto. L’emozione ha fatto dormire poco, non si vedeva l’ora di stare tutti insieme ad aspettare. Arrivano anche i colleghi di Torino, partiti stanotte, Napoli, Firenze… sembra di essere tornati indietro alle manifestazioni di un anno fa. Baci, abbracci, le parole non servono, basta guardarci negli occhi per capire quanto è importante per tutti noi questa sentenza.

Ore 9.30 (Roma) Arrivano i nostri avvocati che salgono al secondo piano della sezione civile del Tribunale.

Ore 10.00 (Roma) Qualcuno dei colleghi non riesce a contenere l’ansia dell’attesa e decide di salire su per aspettare notizie fuori dalla stanza del Giudice Giovanni Mimmo dove sono riuniti i nostri avvocati e gli avvocati di Eutelia.

presidio al tribunale di Milano

Ore 10.00 (Milano) Viaggiare dal Piemonte verso Milano in automobile è un’esperienza che non auguriamo a nessuno (anche se sappiamo bene che c’è chi è costretto a farla tutti i giorni). A parte il paesaggio tardo-industriale quanto mai deprimente, non vi è ora del giorno e probabilmente neppure della notte in cui non ci si ritrovi fermi in coda. E quindi anche noi siamo finiti in una coda, da Arluno fino alla stazione della metropolitana. Una quindicina di chilometri. Così siamo arrivati davanti al palazzo di Giustizia ben oltre le dieci. E c’erano già milanesi e torinesi ad attenderci. Come si usa, di questi tempi, per far contento il ministro Maroni i torinesi avevano portato anche il loro Black Block d’ordinanza. Notare, prego, il tono agressivo dei cartelli, e soprattutto la minacciosa ginocchiera nelle foto.

Ore 10.30 (Roma) Si apre la porta, gli avvocati escono: il giudice leggerà la sentenza alle 12.30. Ancora due ore di attesa! Sui marciapiedi di Via Lepanto ormai siamo una folla. I colleghi da fuori Roma hanno portato i loro striscioni e davanti al tribunale tutta l’attenzione è focalizzata su di noi. Passiamo queste due ore a ragionare, a riflettere sulle nostre sensazioni, a disquisire su cosa sentenzierà il giudice: non abbiamo altro per la testa.

Ore 10.30 (Milano) Angelo ci ha subito “megafonato” il programma della giornata. Verso le 12.30 sarebbe uscita a salutarci la presidente del Tribunale di Milano, dottoressa Pomodoro. Più o meno per la stessa ora, o poco più, era attesa anche la sentenza del Tribunale di Roma sul ricorso di Eutelia. Quindi, abbiamo avuto solamente il tempo di installare i nostri segni di riconoscimento (striscione, maschere, …) e di constatare i danni irreparabili ai cartelli di Stelvio (i “rotolini”) provocati dal tempo inclemente di lunedì. Non che il tempo oggi sia più clemente. Il termometro vicino alla stazione di Molino Dorino segnava -4 e la temperatura non deve essere salita granché sopra lo zero nel corso della giornata.

“Non so spiegarmi il perché” – dice Stelvio – ma nella mia lunga (lunghissima) storia di vertenze sindacali, fin dalla

presidio al tribunale di Roma

prima grande vertenza Olivetti del 1979, va sempre a finire che gli eventi più significativi, le trattative più concitate e decisive, avvengono sempre nel pieno dell’inverno, quando fuori fa un freddo cane e magari di notte. Quelle erano “vertenze”. Confronti tra le parti sociali, che avevano interessi divergenti se non contrapposti. Oggi ci siamo noi, vittime di reati, a combattere contro volgari delinquenti. E ci tocca manifestare davanti ai palazzi di giustizia. Comunque, per fare in modo di essere presenti all’ora prevista per l’incontro con la presidente del Tribunale, siamo andati a mangiare qualcosa assai prima di mezzogiorno.

Ore 12.30 (Roma) E’ ora: gli avvocati risalgono su… L’emozione sale, i cuori battono, siamo sulle spine.

Ore 12.46 (Roma) Sentenza emessa: il giudice rigetta il ricorso presentato dai commissari di Eutelia contro il giudizio di “comportamento antisindacale nella cessione di ramo di azienda”.
Si conferma così la sentenza di primo grado per infrazione all’art. 28 nei confronti di Eutelia obbligandola alla rimozione degli effetti dovuti alla cessione del ramo di azienda IT.

Ore 12.46 (Milano) Abbiamo vinto ancora! Il tribunale ha respinto il ricorso di Eutelia contro la sentenza che la obbligava ad “annullare gli effetti” della truffaldina cessione di ramo d’azienda di Agile. Ancora una buona notizia! Che dire? Abbiamo vinto un’altra volta. Ma il premio, quando arriva? Insomma, certamente è una buona notizia. Certamente dobbiamo esserne lieti. Certamente è un passo verso la giustizia. Ma ci basta? Ci aiuta, nell’immediato? Ci risolve problemi? Da sola, certamente no. Che si chiami Agile o che si chiami Eutelia la parte ancora funzionante dell’azienda deve essere messa in condizioni di lavorare. Deve essere possibile partecipare a gare, firmare contratti, avere fidejussioni bancarie, investire almeno l’indispensabile in strumenti per lavorare..

presidio al tribunale di Roma

Ore 13.00 (Roma) FINALMENTE GIUSTIZIA!
Si esulta tra applausi, lacrime di gioia, abbracci, lodi agli avvocati, ai sindacati, al giudice Giovanni Mimmo, stappiamo lo spumante, il Brachetto … siamo già ubriachi di felicità!
Guardiamo lo striscione – la nostra profezia: “Eutelia –Agile unica azienda. Subito! I lavoratori vogliono giustizia.”
Da oggi siamo sulla strada del possibile …. Tornare indietro si può!
E tutto questo grazie alla fermezza, determinazione, perseveranza di noi lavoratori Agile ex Eutelia …. O meglio ex Agile!

Ore 13.30 (Roma) Ci sentiamo forti nello spirito e decidiamo di fare 4 passi anzi 100 – come ai tempi dei nostri cortei – per arrivare in Via Fornovo sede del Ministero del Lavoro per ricordare l’emanazione del decreto della Cassa Integrazione legata all’Amministrazione Straordinaria. Dopo pochi minuti, un’altra vittoria, le RSU ed il sindacato ci comunicano l’emissione del decreto con validità della cassa fino al 19 aprile p.v.
Dopo tanti momenti bui, oggi la giornata è luminosa, proviamo a gustarcela fino in fondo con la consapevolezza che siamo in cammino per raggiungere quel traguardo che oggi sembra più vicino.

Ore 14.00 (Roma) si scaldano i viveri rimasti sul camper, ancora un piatto di lasagne calde e poi via gli striscioni, una sistematina al camper, un saluto ai colleghi che ripartono con la gioia, questa volta, di aver portato a casa un importante risultato. Oggi abbiamo fatto un grande passo avanti per tornare indietro!

Ore 14.30 (Milano). Dopo le interviste della Rai ed altre televisioni, non ci restava altro da fare, a conclusione della

presidio al tribunale di Milano

giornata, che una bella foto di gruppo con i superstiti del presidio bene in posa sulle scale del palazzo di Giustizia, per poi riprendere la via di casa.

Ore 16.00 (Roma) Anche i romani si salutano con l’idea di vedersi al più presto in assemblea per capire tutti i passi successivi della nostra vertenza e, perché no, festeggiare questa vittoria!

Angela, Micaela, Stelvio, Cadigia ex lavoratori Agile-Eutelia di Roma e Milano

TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO EUTELIA

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Tags: , , , , , , , , , ,

Top post

Post recenti