Archive for aprile 22nd, 2011

Cagliari-Roma, Vinyls e Sardegna in corteo

venerdì, aprile 22nd, 2011

E’ da dieci giorni che gli operai Vinyls non hanno pace, da quando il fotogenico ministro Paul Romani ha finalmente dichiarato quello che tutti sospettavano da tempo: i compratori svizzeri del fondo GITA non hanno realmente la capacità di comprare la Vinyls, ovvero la chimica italiana.

E così gli operai, stanchi da quasi due anni di lotta e 14 mesi di Asinara, 2 mesi di Torri Gemelle occupate a Ravenna come a P.to marghera e P.to Torres, hanno dovuto rimboccarsi le maniche. Il 14 a Roma assieme ad Eurallumina, Alcoa e Rockwool – in basso l’intervista a Roma con Tino Tellini della Vinyls – poi a Roma ancora il 19, e il 20 a Cagliari, con sindaci, enti locali e tutti i sindacati, a incalzare il governatore Cappellacci affinchè si faccia portavoce di quella che ora si chiama “vertenza Sardegna”. Come dire: l’isola intera è una vertenza aperta, ormai sull’orlo del baratro.

E la Vinyls è senza dubbio un emblema di questa isola, che ormai è davvero un’isola dei cassintegrati. Cgil Cisl e Uil dicono che: “Il tempo delle attese è finito”. Ma anche se condividiamo il concetto, non possiamo fare a meno di notare quanto i sindacati siano arrivati, appunto, a tempo scaduto, e questo non permette loro di sindacare. Un anno fa Susanna Camusso, ancora vicepresidente, prometteva (altro…)

Pastore sardo cieco dagli scontri: archiviato

venerdì, aprile 22nd, 2011

Fresi in ospedale con i suoi colleghi del Mps

Cosa volete che sia un pastore sardo che, a causa di un lacrimogeno sparato ad altezza d’uomo dalle forze dell’ordine, ha perso un occhio, avendo come sola colpa quella di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato? Per il nostro Stato un simile losco individuo non conta nulla, tanto da non meritare un accertamento delle effettive responsabilità di chi, in occasione degli scontri fra pastori e polizia dello scorso 19 ottobre di fronte al palazzo della Regione a Cagliari, utilizzò dei metodi per nulla ortodossi in tema di gestione dell’ordine pubblico. (altro…)

Pasqua amara per OMSA Faenza

venerdì, aprile 22nd, 2011

Si avvicina la Pasqua ma sembra di essere ancora in pieno inverno all’Omsa. Nelle ultime settimane la scarsità di notizie riguardanti la situazione delle dipendenti e dei dipendenti dell’azienda faentina sta a significare tutto il contrario di quello che normalmente dovrebbe essere. una situaziione di immobilismo, frustrazione, in un caso in cui – come nel caso Eutelia – sono coinvolte in prima linea moltissime donne.

Siamo lontani dal grido “Se non ora quando” che ha segnato certo uno spartiacque importante nella storia della lotta per la condizione del lavoro femminile e non solo. Ma l’appello sembra essere stato raccolto solo da qualche giornalista; i dirigenti e le istituzioni sono ancora lì, al palo, immobili, e a molti di loro va bene così. Sarà una Pasqua più che amara per le ragazze dell’Omsa, unica, magra consolazione quella di potersi vedere raccontare ancora una volta la loro situazione proprio questa domenica su Raitre alle 12,55 all’interno del programma “Racconti di Vita” che ha intervistato alcune delle operaie che più si sono battute in questi mesi, con riprese del boicottaggio condotto durante questi week end in giro per la Romagna di fronte ai Golden Point.

A Faenza invece, quelli che potrebbero sembrare piccoli segnali di svolta, sono segnali di fumo (altro…)

Giorno 421: Tutti concordano, chimica di base, la faccia Eni.

venerdì, aprile 22nd, 2011

(21 Aprile 2011)Giorno 421

Ore 7:30 Un forte vento di grecale disturba la giornata.

Ore 11:00 Vengono a trovarci alcuni milanesi, discutono con noi della situazione, il loro giudizio su questo Governo è pieno di disprezzo.

Ore 14:00 Non siamo in un momento di grande serenità, tutto gira storto, ma noi siamo più forti delle malelingue e dei disonesti.

Ore 16:00 Il vento ha raggiunto una forza che ci costringe al riparo.

Ore 18:00 Riceviamo conferma che tutti i rappresentanti dell’opposizione di centro sinistra, hanno concordato sulla posizione dell’onorevole Bersani sulla chimica di base, che deve essere assolutamente fatta, i segretari dei vari partiti concordano che la deve fare Eni altrimenti deve portarla avanti il Governo.

(altro…)