VINYLS. Incatenati ai cancelli del tribunale

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Sette operai della Vinyls stamattina si sono incatenati ai cancelli del tribunale di Sassari, in via Roma. Domani scade la gestione della Vinyls da parte dei commissari straordinari e gli stabilimenti verranno messi in liquidazione.

La clamorosa protesta – hanno spiegato – vuol richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul fatto che domani scadrà la gestione della Vinyls da parte dei commissari straordinari e c’è il rischio del fallimento se non arriveranno manifestazioni d’interesse per l’acquisizione degli stabilimenti di Porto Torres e Marghera. Gli operai hanno anche esposto uno striscione con la scritta “Vinyls non molla”.

Ieri si era aperto uno spiraglio per la crisi della Vinyls di Porto Marghera e Porto Torres, con la notizia che sarebbero due le offerte di acquisizione, in attesa del nuovo incontro di domani a Roma tra sindacati, commissari ed Eni al Ministero dello Sviluppo economico.

Intanto il segretario Ugl Chimici Sassari, Simone Testoni, esprime solidarietà “ai lavoratori della Vinyls che, in queste ore, hanno deciso di portare la loro protesta davanti al Tribunale di Sassari per difendere un futuro occupazionale sempre più incerto. Siamo in attesa di soluzioni concrete, atte a tutelare i posti di lavoro e a garantire sicurezza occupazionale a Porto Torres. L’auspicio – conclude il sindacalista – è che dal vertice di domani al Ministero dello Sviluppo Economico si diano risposte risolutive e concrete su una vertenza alquanto complessa e spinosa”.

 Fonte: La Nuova Sardegna
(07 settembre 2011)

LINK CONSIGLIATI:

Finalmente in libreria (anche online) il nostro romanzo autobiografico: Asinara Revolution. Manifesto e testimonianza in prima persona di un nuovo modo di fare protesta.
0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Top post

Post recenti