VINYLS. Verso lo smantellamento degli impianti

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Ognuno rimane della propria idea e la vertenza Vinyls non si muove di un passo. Anzi, i toni si sollevano e dalle 14 di oggi i sindacati hanno proclamato in maniera unitaria lo stato di agitazione. I segretari territoriali dei comparti chimici di Cgil, Cisl, Uil e Ugl stamattina, nella sede del Petrolchimico a Porto Torres, hanno preso parte a un incontro con il direttore degli impianti. Ancora una volta, l’azienda ha chiesto ai lavoratori di compiere un passo verso lo svuotamento e la rimozione del Vcm. O meglio, secondo quanto riferiscono i sindacati, stavolta si è parlato di “messa in sicurezza”. Ma la risposta è stata ancora una volta un “no” deciso.

“L’azienda ha avviato dei lavori all’interno dello stabilimento che non sono dovuti a esigenze di sicurezza o di manutenzione- scrivono i segretari territoriali- La nostra preoccupazione è dunque che, senza informare né gli operai né i sindacati, si stia procedendo allo smantellamento degli impianti. Infatti, il direttore non è stato in grado di fornire seri chiarimenti sulla reale natura di questi interventi”. I lavoratori dunque, rimasti in 103, resteranno a fare la guardia agli impianti finché non arriveranno rassicurazioni sul fronte occupazionale.

Non risulta in agenda nessun appuntamento a Roma per un ulteriore esame delle offerte d’acquisto. “Un fatto preoccupante che testimonia la disattenzione del ministero dello sviluppo economico- commentano ancora i sindacati- Anche questa vicenda dello svuotamento degli impianti, pensiamo che dovrebbe essere gestita dai vertici, e non scaricata su lavoratori e parti sociali”.

Il testo del documento sottoscritto da tutte le segreterie:

Porto Torres li 19/09/2011

Alla c.a.dei Sig.ri

Commissari Straordinari della Vinyls Italia

del direttore dello stabilimento di Porto Torres

Sig.Giorgio Rossati

Oggetto: Stato di Agitazione, Attività di Ripristino per vuotamento.

In cosiderazione di quanto in oggetto, in coerenza con quanto espresso nell’ultimo incontro svoltosi al MISE dalle segreterie Nazionali, le Scriventi OO.SS unitamente alle RSU della Vinyls Italia, ribadiscono la loro assoluta contrarietà ad intraprendere azioni di ripristino e/o avviamento di impianti utili al solo scopo di vuotare l’impianto del VCM., posizione espressa anche nel corso dell’incontro svoltosi oggi presso gli uffici aziendali.

Per i motivi sopraesposti e in ragione di quanto dichiarato dall’azienda nel suddetto incontro viene proclamato lo

STATO D’AGITAZIONE

Dalle ore 14:00 del 19/092011 e fino a quando non sarà garantito il futuro industriale e occupazionale di tutti i lavoratori.

In regime di stato di agitazione saranno garantiti i soli presidi di sicurezza, non si darà corso ad attività manutentive o di ripristino se non direttamente connesse a mantenere le attuali condizioni di impianto.

Le Segreterie Filctem, Femca, Uilcem, UGL Chimici

Le RSU Vinyls

 

di Valentina Guido | Sassari Notizie
(19 settembre 2011)

Iscriviti alla pagina Facebook Asinara Revolution e lasciaci un messaggio!

LINK CONSIGLIATI:

Vota il nostro blog per i Macchianera Blog Awards 2011

Una ‘Asinara Revolution’ è possibile

La “revolution” de L’isola dei cassintegrati è in libreria

PresaDiretta: L’isola dei cassintegrati in meno di due minuti

Finalmente in libreria (anche online) il nostro romanzo autobiografico: Asinara Revolution. Manifesto e testimonianza in prima persona di un nuovo modo di fare protesta.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Top post

Post recenti