Archive for aprile 11th, 2012

Autogrill licenzia 43 lavoratrici a Roma

mercoledì, aprile 11th, 2012

La protesta delle lavoratrici Autogrill

Fuori. Senza tentare un ricollocamento, senza neanche concedere la cassa integrazione. Fuori le 43 dipendenti del ristorante della Romanina, nella capitale, dall’oggi al domani in mezzo a una strada. La decisione l’ha presa Autogrill, multinazionale leader mondiale nel food and beverage in viaggio, contravvenendo alla sua tradizione di azienda “d’oro” delle relazioni sindacali. La crisi deve aver esacerbato gli animi e adesso non si guarda più in faccia nessuno. Neppure le tante donne, alcune dietro il bancone da 20 anni, con tanto di mutui e figli a carico.

Unico refrain: li-cen-zia-te.

La multinazionale, controllata dalla famiglia Benetton, mette la «sostenibilità» al centro della propria mission, ha un rigido codice etico ed è certificata SA8000: possibile che la recessione renda tutto questo carta straccia? Eppure Autogrill vanta numeri di rispetto: 5,7 miliardi di fatturato nel 2010, e conti altrettanto floridi nel 2011, con un 4% di utili; 62.500 addetti per 5.300 punti vendita nel mondo; i dipendenti italiani sono 10.238. Il portafoglio marchi è invidiabile: ben 350 in tutto il pianeta, tra cui Spizzico, Ciao, Burger King e perfino Starbucks, una sorta di McDonald’s della caffetteria, diffusa ovunque (tranne che in Italia, dove ancora prevale il classico bar). Tanto popò di roba e non si riesce a ricollocare una cinquantina di persone. (altro…)

Ripristinati i Treni Notte? (video dal Binario21)

mercoledì, aprile 11th, 2012

Colpo di scena a pochi mesi dalla cancellazione dei treni a lunghissima percorrenza che collegavano Milano e Torino alla Sicilia: dal 12 giugno ripartiranno tre tratte, Milano-Lecce, Milano-Palermo e Torino-Lecce.

La notizia non è ancora stata ufficializzata, ma è quanto apprendiamo da un articolo pubblicato su Metro questa mattina. Attendiamo una conferma ufficiale a giorni dalle Ferrovie dello Stato, che per ora precisa: «Non siamo stati noi a cambiare idea. Stiamo parlando di un servizio universale, non di una tratta commerciale, e quindi il nostro committente, in questo caso il ministero del Tesoro ci ha chiesto questo ripristino». Ci auguriamo che questo voglia dire la salvezza del posto di lavoro per i lavoratori che da mesi protestano sulla torre del Binario 21 a Milano, a cui va il nostro caloroso saluto (qui potete leggere il loro diario dal presidio, pubblicato su eilmensile.it).

Secondo gli accordi presi, per il momento, dovrebbero essere riassunti entro la fine di aprile i 152 lavoratori che in Lombardia si occupavano dei servizi a bordo e delle manutenzioni su treni notturni a lunga percorrenza e vagoni letto. Un provvedimento a cui i lavoratori non crederanno finché non diverrà realtà, tanto che continua il presidio permanente al Binario 21 della stazione centrale di Milano.

Stanislao, dalla torre del Binario 21, nel suo diario giornaliero scrive:Ho letto che hanno ripristinato i treni notte. Sono notizie ufficiose. Non c’è nulla di concreto. Stiamo aspettando la conferma da parte delle Ferrovie dello Stato. E poi c’è una trafila da fare: parlo del tavolo nazionale di trattative. Se dicono di ripristinare i treni devono anche dire chi sarà impiegato per lavorarci su; chi riguarderà la vertenza; quanti lavoratori verranno assunti e quanti rimarranno fuori. [..] Noi aspettiamo, comunque, una notizia ufficiale e un tavolo unico prima di festeggiare. Da qui non ci muoveremo fino a che non metteranno nero su bianco. Le promesse di Pulcinella lasciano il tempo che trovano e noi non vogliamo sprecare 126 giorni di lotta. La battaglia civile è stata vinta, ora cercheremo di vincere quella occupazionale. Si dovrà rivedere l’accordo territoriale del 30 dicembre che prevede una revisione in caso di futuri accordi nazionali. Ho letto che ufficializzeranno a giorni: aspetteremo. Noi siamo qui.

(altro…)