Sciopero #OccupyVirgilio e il mistero della truffa

651 Flares Facebook 443 Twitter 151 Google+ 12 LinkedIn 45 651 Flares ×

I lavoratori Virgilio in Piazza Einaudi, Milano

In una Milano scossa dalle manifestazioni, come è successo ieri per lo sgombero di Macao, Piazza Einaudi si riempie di palloncini arancioni. Sono 150 dei 250 lavoratori Virgilio, che presidiano la sede della società Matrix S.p.a (qui il comunicato) del gruppo Telecom Italia, che si occupa di produrre il portale web Virgilio.

Cos’è successo? Dopo vari ‘rumors’ i dipendenti apprendono dalla stampa che Telecom vuole vendere Virgilio, passata al gruppo cinque anni fa. E i 250 dipendenti hanno paura di essere svenduti. L’ipotesi più discussa ora è una cessione/accorpamento a Libero.it, ma lì non è andata tanto bene. Libero.it ora non ha neanche più una redazione, e uno dei lavoratori dal presidio ci dice che: “Sawiris ha smantellato Libero.it, non vorremo succeda lo stesso anche a noi”.

Licenziamenti, trasferimenti da Milano a Roma: “E con quali tutele, quali contratti?” Questo si chiedono i dipendenti arancioni, che hanno lanciato su twitter l’hashtag #occupyvirgilio. E Telecom che dice? “Per loro non siamo core business”, ci dicono dal presidio. 

C’è un fatto: Matrix S.p.a. ha chiuso il 2011 con un buco nei conti di 16 milioni. Questa notizia ha suscitato stupore fra i dipendenti Virgilio: “Fino all’anno prima avevamo accumulato un profitto di 500.000 euro. Da dove viene fuori questo debito?” Virgilio verrà venduta, o ‘svenduta’ a una cifra irrilevante. Il vero obiettivo, quindi, potrebbe essere la cessione dei lavoratori.

E spunta fuori un piccolo mistero, emerso all’ultima assemblea sindacale: l’a.d. di Matrix S.p.a. avrebbe sporto denuncia penale contro ignoti, per truffa, relativa ai 16 milioni di ammanco nei conti della società. Ai lavoratori, ancora, non è stato comunicato nulla di ufficiale. In una vicenda che assume sempre più i caratteri di quella Agile-Eutelia.

Aggiornamento ore 18.07 – Su twitter cresce l’hashtag #occupyvirgilio. Un tweet di @CersoMas ci segnala che: “Però la denuncia e quindi la truffa nn è per il “buco” di bilancio ma per tentata truffa”. A una nostra richiesta di spiegazioni aggiunge: “Tentata truffa. Ci sono stati presentati contratti falsi per un paio di milioni di euro. Per fortuna individuata”. Continueremo ad informarci su questa denuncia poco chiara.

Aggiornamento ore 18.32 – I tweeter di #occupyvirgilio ci segnalano qualcosa che era già nel post sopra linkato dal blog di Massimo Russo, ma che forse è meglio evidenziare. Nella sua relazione pubblica ai giornalisti del gruppo, Ferruccio De Bortoli ha detto riferendosi a Mediaset: “Se quest’ultima, come sembra, acquistasse Libero e Virgilio, unendoli a Tgcom, formerebbe un formidabile player”.

– Aggiorneremo questo post coi prossimi aggiornamenti dalla vicenda #OccupyVirgilio

 

di Michele Azzu | @micheleazzu
(16 maggio 2012)

651 Flares Facebook 443 Twitter 151 Google+ 12 LinkedIn 45 651 Flares ×

Tags: , , , , , , ,

Top post

Post recenti