ThyssenKrupp cederà l’impianto Inoxum di Terni

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Per l’Antitrust dell’Unione Europea senza la cessione dello stabilimento di Terni ci saranno “effetti negativi per i consumatori e le imprese europee”. 

L’Antitrust ha dato un sostanziale via libera all’acquisizione di Inoxum da parte della finlandese Outokumpu, ma ha posto una codizione: il gruppo ThyssenKrupp dovrà cedere l’impianto di produzione di acciaio inossidabile Inoxum di Terni. Si tratta della più grande industria umbra, ma anche di una industria strategica per l’Italia.

“La cessione dello stabilimento di Terni evita che la comparsa di un nuovo leader sul mercato europeo abbia effetti negativi per i consumatori e le imprese europee”, secondo Joaquin Almunia, vicepresidente della Commissione responsabile della politica di concorrenza.

Per la presidente Catiucia Marini la decisione della Commissione europea di approvare l’acquisizione da parte di Outokumpu della ThyssenKrupp è una ulteriore tappa del percorso che porterà al definitivo passaggio di proprietà dell’industria umbra. E garantisce il suo impengo nel gestire la cessione “a difesa dell’integrità del sito” e del “mantenimento della stessa integrità dell’industria, della sua capacità produttiva e dei livelli occupazionali“.

Il presidente e Ceo Outokumpu, Mika Seitovirta, in una lettera indirizzata a Marini avrebbe espresso la massima disponibilità ad inserire nella cessione anche il tubificio. Sembra ormai cosa fatta.

di Redazione | @cassintegrati
(7 novembre 2012)

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Tags: , , , , ,

Top post

Post recenti