#iosonopovero

Post recenti

500 euro al mese per un contratto che non arriva mai28 febbraio 2014

Dopo gli operai, gli imprenditori falliti, i call center, #iosonopovero si occupa nuovamente di precari. Valentina ha 25 anni, un sogno nel cassetto, e lavora per studiare. Ma l’azienda in cui ha fatto lo stage non ha mantenuto la promessa di un contratto full time (che le avrebbe garantito, pensate un po’, 500 euro al […]

Continua a Leggere...

Io sono un evasore: venite a prendermi18 febbraio 2014

“Quando la crisi ci ha investito come un treno in corsa alla fine del 2009 abbiamo fatto l’unica cosa che sapevamo fare: resistere. Ebbene sì, lo confesso: sono un evasore. E sono povero”. Per la rubrica #iosonopovero, la durissima testimonianza di Antonello, che ha investito tutti i risparmi di una vita per mettere su un’attività. Ho 50 […]

Continua a Leggere...

Abbiamo detto sì al lavoro precario, saltuario, sottopagato3 febbraio 2014

Non posso fare regali ai miei nipoti. Non avrò mai una pensione perché su 20 anni di lavoro 14 sono stati da precaria.

Continua a Leggere...

Ho lavorato ogni giorno per studiare e non è servito a nulla20 gennaio 2014

Pochi mesi fa il ministro Giovannini aveva chiamato “inoccupabili” i giovani che non trovano lavoro. La critica era rivolta alla formazione italiana, considerata inadeguata. Oggi pubblichiamo per la campagna #iosonopovero la testimonianza di Naima, 25 anni, studentessa precaria emigrata. La sua frase è: “Io sono povera perché ho lavorato ogni giorno per studiare e non è […]

Continua a Leggere...

L’Industria è mortammazzata in Italia15 gennaio 2014

Gli operai cassintegrati della Vinyls di Porto Marghera ci inviano la loro testimonianza per la campagna #iosonopovero. Lo scorso settembre hanno occupato la torcia dello stabilimento a 150 metri d’altezza. Dimenticati dalle istituzioni, come i colleghi sardi di Porto Torres. La desertificazione industriale nella frase: “Io sono povero perché l’industria è mortammazzata in Italia”. Abbiamo vissuto […]

Continua a Leggere...

Una donna del Sud non dovrebbe lavorare13 gennaio 2014

L’isola dei cassintegrati ospita le testimonianze dei nuovi “poveri”, la cui vita è cambiata per colpa della crisi. Pubblichiamo una delle testimonianze più crude mai ricevute: una giovane donna del Sud emigrata a Milano, licenziata, prova a vivere facendo la cameriera per un anno, ma alla fine è costretta a tornare dai genitori. Sente di avere perso. […]

Continua a Leggere...

Io sono povera perché vivo in uno Stato macellaio8 gennaio 2014

Io non sono cassintegrato, disoccupato o esodato. Non sono precario, a partita Iva o a progetto. Non sono a chiamata o interinale. Io. Sono. Povero. 14 volti che si confessano per il 2014. Elena Torresani è la prima a raccontarci la sua storia e la sua frase è: “Io sono povera perché vivo in uno Stato macellaio”. Uno […]

Continua a Leggere...

Dillo ad alta voce: Io. Sono. Povero.3 gennaio 2014

Inizia un anno e arriva il momento in cui, passati i festeggiamenti, molti di noi si guarderanno allo specchio per tirare le somme: “Chi sono io? Cosa ho concluso nel 2013? Cosa concluderò nel 2014?”. Tante famiglie italiane nel 2013 si sono ritrovate povere. “Io sono povero” è una presa di coscienza. Un atto di verità […]

Continua a Leggere...