Ratio Consulta / Sicilia Consulting

CITTÀ: Motta Sant’Anastasia (Catania).
SETTORE: Telecomunicazioni.
LAVORATORI: 80
SITUAZIONE ATTUALE: Cassa integrazione (straordinaria) per 60 lavoratori.

AZIONI DI PROTESTA:
• Assemblea permanente per 31 giorni (giorno e notte) per presidiare lo stabilimento (febbraio 2010)
• Manifestazione davanti al Comune di Catania (17 marzo 2010)
• Incatenamento presso l’Ufficio Provinciale del Lavoro della Regione Sicilia a catania (26 marzo 2010)

STIPENDIO PRIMA E ADESSO: dai 550 euro (part time) e 960 euro (full time), ai 440 euro (part time) e 780 (full time) con la cassa integrazione. Si perdono in media 145 euro a busta paga, per un totale di 8.700 euro persi al mese dai lavoratori.

Post recenti

‘Con queste persone al volante siamo destinati a schiantarci’6 luglio 2013

Licenziati dopo 3 anni di cassa integrazione per cessazione del ramo d’azienda. Con ‘giusta causa’ certo, ma senza i 30 giorni di preavviso, senza la mobilità e senza il Tfr. È la storia di circa 70 lavoratori della Sicilia Consulting. Dove sono finiti i loro soldi? “Ci ignorano, fanno le cose male, o semplicemente se […]

Continua a Leggere...

Ratio Consulta, tutti licenziati dopo 3 anni di cassa integrazione4 febbraio 2013

Dopo 3 anni di cassa integrazione straordinaria sono stati tutti licenziati per cessazione del ramo d’azienda. Eppure, stando a quel che dice l’Inps, una Cigs così lunga si può concedere solo in casi di ristrutturazione, riorganizzazione o riconversione aziendale… ma chi conosce il mondo del Lavoro in Italia, fatto inganni, prese in giro e illusioni, sa che le […]

Continua a Leggere...

“Eravamo già fuori dai giochi, ma non lo sapevamo”28 agosto 2012

“Dal 1 gennaio 2012 ad oggi non abbiamo ancora visto un centesimo”, inizia così l’intervista con Goffredo, cassintegrato della Ratio Consulta di Catania da quasi 3 anni. “Ed è il terzo anno consecutivo che succede, i soldi puntuali non ci sono mai arrivati.” Ad una prima lettura le imprese involucrate potrebbero sembrare due, perché da […]

Continua a Leggere...