Richard Ginori

CITTÀ: Sesto Fiorentino (FI).
SETTORE: Manifatturiero porcellane.
LAVORATORI: 314
SITUAZIONE ATTUALE: Cassa integrazione (straordinaria) dal 1 agosto 2012. L’azienda è fallita il 7 gennaio 2013 e il 20 febbraio si attende il bando di vendita. Ad oggi due compratori interessati: Lenox-Apulum e Sambonet.

AZIONI DI PROTESTA:
• Occupazione della fabbrica (7-15 gennaio)
• Presidio fuori la fabbrica (15 gennaio – in corso)

STIPENDIO PRIMA E ADESSO: dai 1.150 euro prima, agli 800 di cassa integrazione. Si perdono 350 euro a busta paga, per un totale di 109.900 euro persi al mese dai lavoratori.

Post recenti

Richard Ginori, iniziano i colloqui per tornare al lavoro3 giugno 2013

Lo scorso 18 maggio i lavoratori della Richard Ginori, dopo mesi di proteste, hanno firmato l’accordo con Gucci che permetterà a 230 lavoratori su 300 di tornare al lavoro. I restanti 70 lavoratori sono stati licenziati, e oggi affrontano i primi colloqui per tornare al lavoro. La lotta della Ginori è figlia dei nostri tempi: […]

Continua a Leggere...

Richard Ginori: chi vuole allontanare l’offerta Lenox?1 febbraio 2013

Martedi 29 gennaio si è tenuto al Ministero dello Sviluppo l’incontro per il bando di vendita della Richard Ginori di Sesto Fiorentino (FI), che sarà pronto il 20 febbraio. L’azienda leader delle porcellane, con 314 dipendenti in cassa integrazione dal 1 agosto, è fallita il 7 gennaio e rimangono due acquirenti: Lenox-Apulum che si impegna […]

Continua a Leggere...