appello

Post recenti

L’articolo 18 può salvare la vita a chi muore sul lavoro

Qui su “L’Isola dei cassintegrati” in merito all’articolo 18 abbiamo una politica: fare parlare chi ne sa più di noi. Per questo, in passato, abbiamo pubblicato chi è a favore e chi è contro. Oggi pubblichiamo l’appello di Carlo Soricelli, che da anni realizza l’utilissimo Osservatorio Indipendente Morti sul Lavoro. E di cui abbiamo scritto […]

Continua a Leggere...

Primo Maggio con il lutto al braccio

Carlo Soricelli, direttore dell’Osservatorio Indipendente morti sul lavoro è in sciopero della fame dal 26 aprile. Per sensibilizzare contro la strage di morti recenti: dalla Thyssen, all’Ilva, da Molfetta alla Marcegaglia. L’Isola dei cassintegrati rilancia l’appello, in particolare ai musicisti del concertone di Taranto e Roma: gli amici 99Posse, Sud Sound System, Roy Paci, Caparezza, sempre attenti […]

Continua a Leggere...

Ascolta la voce degli operai di Porto Marghera su CaterpillarAM

In collaborazione con il programma CaterpillarAM, questo è l’audio-diario dell’8 giorno a 150m I lavoratori sono senza stipendio da gennaio e senza cassa integrazione da maggio. La vertenza è bloccata L’ultima trovata degli operai è un VIDEO messaggio, registrato sulla torre, diretto a Papa Francesco Questa mattina alle 7:20 il programma radiofonico CaterpillarAM, in collaborazione con L’isola dei […]

Continua a Leggere...

Video messaggio per Papa Francesco dagli operai di Porto Marghera

VIDEO per Papa Francesco in ESCLUSIVA sul blog L’isola dei cassintegrati. 7 giorno a 150m d’altezza “Dopo averle provate tutte, dalla cima di questa torcia ci appelliamo all’infinità bontà di Papa Francesco!” I lavoratori sono senza stipendio da gennaio e senza cassa integrazione da maggio. La vertenza è bloccata “Papa Francesco ha detto in Sardegna che senza lavoro non […]

Continua a Leggere...

Almaviva Contact, lettera aperta a Giorgio Napolitano

I lavoratori Almaviva Contact di Catania, Palermo, Roma e Napoli annunciano un flashmob, il 6 aprile,  per protestare contro le delocalizzazioni che danneggiano il settore del call center. E da Catania parte la lettera-appello di due lavoratori, Stefano Zappalà e Isabella Cassibba, diretta al Presidente della Repubblica. “Ill.mo Signor Presidente della Repubblica a scriverle sono i lavoratori […]

Continua a Leggere...

Troviamo lavoro ai 30 profughi di Piacenza

Ci scrive Paolo Maurizio Bottigelli, poeta ed attivista di Piacenza: “È una vergogna che a Piacenza, medaglia d’oro per la resistenza, oggi si abbandonino i profughi”. Nella città emiliana ci sono 40 profughi ospiti del Ferrhotel, provenienti dalla Libia. Una piccola parte di quella che è stata chiamata Emergenza Nord Africa. Il 31 dicembre Monti […]

Continua a Leggere...

L’appello Vinyls: Andiamo a votare, non diamogliela vinta

Tre anni fa esatti: 24 febbraio 2010, gli operai Vinyls occupavano il carcere dell’Asinara, il giorno dopo noi aprivamo questo blog per aiutarli. Oggi Tino Tellini, che era uno di quegli operai, ci scrive una lettera appassionata sull’importanza del voto: “Abbiamo conosciuto la disperazione di un futuro incerto, la rabbia sorda che ce la faceva […]

Continua a Leggere...

Lettera al padre morto sul lavoro: “I candidati rispondano”

Morti sul lavoro: quale momento migliore per tirare fuori dal cassetto questo dramma italiano, se non durante la campagna elettorale? Eppure nessuno ne parla, nonostante sia in corso una procedura d’infrazione della Commissione Europea contro l’Italia, carente in materia di sicurezza. Abbiamo realizzato in passato due inchieste sul tema: “Morti sul lavoro, le cifre vere” […]

Continua a Leggere...

Sulcis, gli operai in miniera: ‘Cappellacci aveva promesso…’

Sono da 9 giorni in occupazione dentro la miniera di Villa Marina a Monteponi nel Sulcis, gli operai Rockwool. Con l’umidità al 100%, e dopo il prete, i sindaci e la squadra di calcio, di politici della Regione ancora non si è vista l’ombra. Ma è proprio a loro e in particolare al governatore sardo […]

Continua a Leggere...

Fiat Pomigliano, leggi speciali

Dopo la sentenza d’appello in cui il tribunale ha obbligato Fiat al reintegro dei 145 operai Fiom di Pomigliano, in catena di montaggio gira una lettera per opporsi alla sentenza.

Continua a Leggere...