milano

Post recenti

Jabil ex Nokia: 600 giorni di presidio in fabbrica

Che fine hanno fatto gli operai della Jabil ex nokia Siemens di Cassina de Pecchi, poco fuori Milano? Quelli di cui abbiamo scritto tanto, quelli che pochi mesi fa erano stati assediati dalle forze dell’ordine perché i proprietari volevano riprendersi i macchinari? Sono ancora li, in presidio, e ormai sono 613 giorni: tutto è iniziato il […]

Continua a Leggere...

San Raffaele, forzata aula sindacale e bruciate le carte del referendum

Tra le 19.00 e le 23.00 di ieri, 14 febbraio, è avvenuto un grave atto vandalico nell’aula sindacale del San Raffaele di Milano: è stata trovata la porta di ingresso aperta e l’armadio in cui era custodito il materiale utilizzato per la consultazione referendaria forzato e aperto. E’ stato bruciato del materiale cartaceo. Un anno […]

Continua a Leggere...

San Raffaele, 244 buoni motivi per twittare i candidati in Lombardia

Al San Raffaele di Milano il momento è difficile. Dopo il referendum del 29 gennaio – in cui il 55 per cento dei 2.500 lavoratori hanno bocciato l’accordo che proponeva forti tagli a salari e contratti in cambio del ritiro di 244 licenziamenti – ora sono partiti sia i licenziamenti che i tagli. Ieri circa […]

Continua a Leggere...

San Raffaele, ultima occasione per bloccare i licenziamenti

Lunedì 21 gennaio si svolge l’ultimo vertice ministeriale sui 250 licenziamenti previsti all’Ospedale San Raffaele di Milano. Il Coordinamento di Base Sanità Milano ha convocato un presidio di protesta e solidarietà davanti a Palazzo Marino. Stessa musica anche a Roma: condannati a lavorare senza stipendio da novembre – pena una sanzione per interruzione di Pubblico […]

Continua a Leggere...

Diario Agile-Eutelia: Il ministero rimanda al prossimo governo

Oggi 12.12.12, dopo 10 mesi e 10 giorni da quel 2.2.12 in cui venne firmato l’accordo per la gestione degli espulsi dal lavoro di Agile, finalmente il Ministero dello Sviluppo Economico – dopo aver ospitato negli ultimi mesi le manifestazioni dei lavoratori in tutt’Italia – ha convocato le parti (commissari straordinari di Agile, sindacati, Regioni, TBS) […]

Continua a Leggere...

San Raffaele, tagliare gli stipendi non basta

“Abbiamo fatto all’amministratore una contro-proposta, un passo molto importante per noi, ma è stata rifiutata”, ci racconta Graziella, Rsu dei lavoratori dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Lei assieme a Daniela il 28 novembre era salita sul tetto dell’Ospedale, passandoci la notte, per protestare contro i 244 licenziamenti voluti dall’amministrazione, e ora che sono scese il […]

Continua a Leggere...

Diario Agile dal Ministero: “Passera la smetta di dire bugie”

Il 20 novembre i cassintegrati Agile, ex Eutelia, hanno dovuto per l’ennesima volta presentarsi in massa da tutt’Italia sotto il Ministero dello Sviluppo Economico per avere delle risposte e sono riusciti ad ottenere una data per un nuovo incontro per discutere la loro vertenza (che Passera si ostina a dire risolta). Questo è il diario di Ghita, […]

Continua a Leggere...

Proteste di tutta Italia sul ‘red carpet’ di Roma

“Da una parte c’è un padrone che per motivi di lucro vuole chiudere un’azienda, dall’altra parte ci sono gli operai che per necessità vitale si oppongono a questa chiusura. In mezzo non c’è niente altro”. Marina, cassintegrata della sede romana di Almaviva Contact, ci racconta il loro ultimo blitz al Festival del Cinema di Roma. Lo […]

Continua a Leggere...

San Raffaele, prima notte in tenda

Hanno passato la prima notte in tenda, al presidio permanente, i lavoratori in lotta dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Il presidio è iniziato nel pomeriggio di ieri, dopo l’annuncio della dirigenza Rotelli di 244 licenziamenti fra personale amministrativo, infermieri e tecnici. ‘Rumor’ all’interno dell’ospedale dicono che più probabilmente a perdere il lavoro saranno gli amministrativi: […]

Continua a Leggere...

Jabil occupata: “Ci hanno assediato coi camion all’alba”

Venerdì mattina le forze dell’ordine sono penetrate alla Jabil di Cassina Dè Pecchi (Milano) – occupata da oltre un anno dagli operai – per permettere all’azienda di riprendersi i macchinari. Sono stati momenti di forte tensione, ecco il racconto di Anna Lisa, che lì vive da un anno: È ancora buio quando arrivano i manovali […]

Continua a Leggere...