Regione Sardegna

Post recenti

Sulcis, 30 giorni di miniera occupata (video)

Sono passati 30 giorni e ancora nessuna risposta dalle istituzioni sarde e nazionali alle rivendicazioni degli operai Rockwool che occupano e dormono nella miniera Villa Marina di Monteponi nel Sulcis. Questo potrebbe essere per loro l’ennesimo Natale passato in miniera. Questo lunedì davanti alla Galleria Villa Marina di Monteponi, occupata dai Lavoratori ex Rockwool dal 12 novembre 2012, si è […]

Continua a Leggere...

Sulcis: 30 minatori, 400 metri sotto terra

Se dovessimo trovare un luogo preciso da cui parte il malessere italiano, se dovessimo individuare la pentola che bolle e la polveriera di questa storia chiamata “Crisi”, il Sulcis in Sardegna sarebbe la regione protagonista. A leggere i giornali ci si confonde fra le tante vertenze: troppe aziende a Portovesme chiudono, troppi lottano per il […]

Continua a Leggere...

Ex-ILA Porto Vesme, rischio licenziamenti.

Non siamo figli di un Dio minore, questo sembra vogliano dire i lavoratori ex-ILA di Porto Vesme in una nota nella loro pagina Facebook e in un articolo de L’Unione Sarda dei giorni scorsi, da ormai 3 anni in cassa integrazione e ad un passo dal licenziamento definitivo. Il 31 Dicembre scade per i 166 […]

Continua a Leggere...

Tino Tellini irrompe al consiglio regionale

Riportiamo il resoconto de La Nuova Sardegna della visita al palazzo della regione Sardegna degli operai Vinyls assieme ai sindaci del nord, sulla questione Vinyls. Qualche tensione e l’exploit di una colonna della protesta, Argentino Tellini noto Tino, lui che fece ammutolire Tremonti in diretta su Annozero, che si confrontò con L. Bellodi (Eni Syndial) […]

Continua a Leggere...

Piccole e grandi speranze di un’isola in lotta

Ieri, come ormai assiduamente da agosto, abbiamo chiamato il portavoce della Rockwool. Sentire la voce di Salvatore Corriga serena, sollevata, fiduciosa è una piccola vittoria anche per noi. Le novità della Rockwool sono positive ma purtroppo non si può far calare ancora il sipario sulla loro crisi. Il bus è abitato ancora dalle loro gambe, […]

Continua a Leggere...

Diario dal Rockbus – Vento di “malaffare”…

(10 dicembre 2010) Miniera Campo Pisano – Presidio Lavoratori Rockwool I lavoratori Rockwool, conosciuti per “un ponte per il lavoro”, dopo 14 mesi di presidio decidono di continuare la protesta dentro un autobus. Il 15 Ottobre 2010 nasce il “Rockbus” (guarda le foto) e questo è il loro “diario dal fronte”: Ore 07.00 Oggi al […]

Continua a Leggere...

Diario dal Rockbus – Siamo ROCK!

(9 dicembre 2010) Miniera Campo Pisano – Presidio Lavoratori Rockwool I lavoratori Rockwool, conosciuti per “un ponte per il lavoro”, dopo 14 mesi di presidio decidono di continuare la protesta dentro un autobus. Il 15 Ottobre 2010 nasce il “Rockbus” (guarda le foto) e questo è il loro “diario dal fronte”: Ore 07:00 Anche oggi […]

Continua a Leggere...

Diario dal Rockbus – Tramonti che mozzano il fiato

(8 dicembre 2010) Miniera Campo Pisano – Presidio Lavoratori Rockwool I lavoratori Rockwool, conosciuti per “un ponte per il lavoro”, dopo 14 mesi di presidio decidono di continuare la protesta dentro un autobus. Il 15 Ottobre 2010 nasce il “Rockbus” (guarda le foto) e questo è il loro “diario dal fronte”: Ore 07:00 Arriviamo al […]

Continua a Leggere...

Diario dal Rockbus – Blocco Stradale!

(7 dicembre 2010) Miniera Campo Pisano – Presidio Lavoratori Rockwool I lavoratori Rockwool, conosciuti per “un ponte per il lavoro”, dopo 14 mesi di presidio decidono di continuare la protesta dentro un autobus. Il 15 Ottobre 2010 nasce il “Rockbus” (guarda le foto) e questo è il loro “diario dal fronte”: Ore 07.00 Arrivano uno dopo […]

Continua a Leggere...

Diario dal Rockbus – “C’è un politico in regione che rema contro…”

(6 dicembre 2010) Miniera Campo Pisano – Presidio Lavoratori Rockwool I lavoratori Rockwool, conosciuti per “un ponte per il lavoro”, dopo 14 mesi di presidio decidono di continuare la protesta dentro un autobus. Il 15 Ottobre 2010 nasce il “Rockbus” (guarda le foto) e questo è il loro “diario dal fronte”: Ore 07.00 La giornata […]

Continua a Leggere...