Roma

Post recenti

Gazebo mostra che sulle manganellate agli operai Ast Terni ci hanno mentito

Poche ore fa il programma Gazebo di Diego “Zoro” Bianchi, ha mandato in onda su Raitre alcune immagini girate durante i fatti avvenuti il 29 ottobre a Roma, tra le forze dell’ordine e gli operai dell’Ast di Terni, in cui gli operai furono manganellati. Era presente anche il leader della Fiom Maurizio Landini. Il ministro […]

Continua a Leggere...

Operai Alcoa in tenda davanti al ministero

La fabbrica sarda di alluminio Alcoa ha chiuso a gennaio di quest’anno Oggi l’incontro al Ministero per la vendita a Klesch, ma le trattative sono ferme da mesi Il presidente della Regione Ugo Cappellacci non si è presentato Che cos’è il tanto sbandierato “Piano Sulcis”? Poco più di un pezzo di carta L’INUTILE “PIANO SULCIS” […]

Continua a Leggere...

Crack Agile, udienza lunga 7 ore: ‘Così hanno svuotato Eutelia’

Cadigia Perini, cassintegrata Agile Eutelia e redattrice di questo blog ci aggiorna sul processo di Arezzo del crack Eutelia. Lo svuotamento del ramo Eutelia, l’evasione fiscale. Parallelamente prosegue il processo romano, con gli imputati Landi, Massa e Liori. Infine – come pubblicammo a gennaio poi ripresi dai quotidiani – l’ombra dello scandalo Banca Monte dei […]

Continua a Leggere...

Almaviva riparte da qui: reintegrati 632 lavoratori

Il 30 maggio il call center Almaviva ha applicato in tutte le sue sedi i contratti di solidarietà. Abbiamo pubblicato i dettagli di questo accordo in “Il durissimo accordo di Almaviva“. Lo scorso 1 maggio a Roma Marina Chimenti era salita sul palco a leggere una lettera indossando la maglia de L’Isola dei cassintegrati. Ora […]

Continua a Leggere...

Il durissimo accordo del call center Almaviva

Abbiamo seguito passo dopo passo la vertenza del call center Almaviva: dagli ‘esuberi a blocchi’, al flashmob, alla lettera a Napolitano pubblicata su L’isola a cui il Presidente ha risposto, poi Marina sul palco del 1 Maggio con la maglietta del blog. Qui trovate tutti gli articoli. Il 30 maggio è stato firmato un accordo […]

Continua a Leggere...

L’isola dei cassintegrati con Paolo Nori al Primo Maggio

L’anno scorso su quel palco Caparezza aveva indossato la nostra maglietta. E anche in questa edizione L’isola dei cassintegrati ha avuto uno spazio riservato sul palco del Primo Maggio, per raccontare la storia di Marina, lavoratrice dei Call Center di Almaviva Contact di Roma. Con la straordinaria partecipazione dello scrittore Paolo Nori, che ringraziamo. Salutiamo […]

Continua a Leggere...

Marina, una vita nei Call Center: ‘non chiamatelo lavoretto’

“Ho perso il lavoro all’età di 57 anni, ho perso la professionalità che mi ero costruita durante gli ultimi 20 anni, 15 dei quali da precaria. Quindi non ho neanche maturato un minimo di anzianità per poter avere un giorno la pensione”. Marina Chimenti, una vita nei Call Center, ci racconta la sua esperienza personale: “Ho […]

Continua a Leggere...

Giorgio Napolitano risponde alla lettera dei lavoratori dei Call Center

Due settimane fa i lavoratori del call center Almaviva Contact di Catania, Stefano Zappalà e Isabella Cassibba, scrivevano un lettera aperta al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per porre all’attenzione della più alta carica dello Stato il problema della delocalizzazione. È arrivata la risposta dalla segreteria della Presidenza della Repubblica. La lettera aperta, pubblicata sul nostro […]

Continua a Leggere...

Lavoratori dei Call Center uniti contro la delocalizzazione

I lavoratori dei call center di Almaviva Contact sabato scorso hanno organizzato un flashmob in contemporanea a Catania in piazza Università, a Palermo in piazza Politeama, a Napoli in piazza del Plebiscito, e a Roma al centro commerciale Cinecittà 2, per dire NO alla delocalizzazione che distrugge il settore e le vite dei lavoratori (qui potete leggere i dettagli). L’isola dei cassintegrati ha intervistato i lavoratori […]

Continua a Leggere...

Almaviva Contact, lettera aperta a Giorgio Napolitano

I lavoratori Almaviva Contact di Catania, Palermo, Roma e Napoli annunciano un flashmob, il 6 aprile,  per protestare contro le delocalizzazioni che danneggiano il settore del call center. E da Catania parte la lettera-appello di due lavoratori, Stefano Zappalà e Isabella Cassibba, diretta al Presidente della Repubblica. “Ill.mo Signor Presidente della Repubblica a scriverle sono i lavoratori […]

Continua a Leggere...