Teleperformance

CITTÀ: Roma e Taranto.
SETTORE: Call Center.
LAVORATORI: 1.100
SITUAZIONE ATTUALE: 330 licenziati nella sede romana. Cassa integrazione per 785 lavoratori (621 a Taranto e 164 a Roma) fino al 30 luglio 2013. L’accordo sindacale prevede che i 785 tornino a lavorare allo scadere degli ammortizzatori sociali.

AZIONI DI PROTESTA:
• Manifestazione davanti il Ministero del Lavoro (30 aprile 2010)
• Protesta ai cancelli della sede tarantina (14 maggio 2011)
• Sciopero con donazione del sangue (20 novembre 2012)

STIPENDIO PRIMA E ADESSO: Da agosto 2013 fino a dicembre 2015 l’accordo sindacale prevede un rientro al lavoro secondo il criterio di multiperiodalità: orari e turni flessibili. In questo periodo sono cancellati gli scatti di anzianità, e abbassati i rispettivi livelli pensionistici.

Post recenti

Cassintegrati, l’inferno è doppio6 febbraio 2012

Una volta erano operai, colletti bianchi, operatori di call center, e molte cose li rendevano diversi. Chi andava a lavorare in tuta e chi in cravatta, chi stava in catena di montaggio, chi davanti a un computer: ora sono tutti uguali, accomunati da quella che definiscono “la livella”. La cassa integrazione. Una realtà che oggi […]

Continua a Leggere...

TELEPERFORMANCE. “Saltavo la dialisi per lavorare”29 agosto 2011

Dopo la storia di Silvia, mamma in esubero, continua la saga dei lavoratori Teleperformance. La storia di Agostino mi ha toccata profondamente perché è bella come possono essere le storie forti, dure e spesso tristi di chi affronta con dignità e coraggio la vita di tutti i giorni. Raccontaci la tua esperienza in azienda. Ho […]

Continua a Leggere...

TELEPERFOMANCE: “Sono diventata mamma e in esubero”30 luglio 2011

Quando Silvia mi ha raccontato la sua storia ho avuto un déjà vu. Laureata con curricula più che discreto, intrappolata poi in un call center, come la protagonista del primo libro di Michela Murgia, ripiego temporaneo in un primo momento, fonte primaria di sostentamento che poi diviene lavoro a Teleperformance Taranto dal 2007, prima con […]

Continua a Leggere...