Anthony Davis ha guidato la vittoria in fuga in Gara 3 dei Lakers sui Warriors

I Warriors non avevano nulla contro i Lakers e soprattutto Anthony Davis dopo la metà del secondo quarto. (Foto AP/Mark J. Terrill)

Il gioco 3 doveva essere un gioco cruciale tra due dei giocatori più vincenti di una generazione, ma si è rivelato essere uno scoppio di base dei Los Angeles Lakers.

Dopo aver pareggiato la serie sull’1-1, i Lakers hanno vinto sabato 127-97 portandosi in testa alla serie in casa. Gara 4 è prevista per le 22:00 ET lunedì (TNT) a Los Angeles.

Anche con tutte le celebrità nell’arena di Crypto.com, non è un bel gioco. LeBron James, il cui figlio, Brony, ha annunciato il suo impegno con l’USC il giorno prima, ha trascorso l’intero primo quarto senza tentare un canestro. Un tale primo inizio nelle sue 275 partite di playoff da record NBA.

I Warriors hanno avuto i loro momenti, ma hanno concluso la partita tirando 35 su 90 (38,9%) e 13 su 44 con 19 palle perse e 22 falli personali. Durante la partita sono stati commessi quattro falli tecnici. La partita si è conclusa con un tentativo di tiro libero di 37-15 in favore dei Lakers.

La partita si è fermata nel secondo quarto, in cui i Warriors hanno preso un vantaggio di 11 punti, poi l’hanno perso e hanno concluso il primo tempo con un parziale di 30-8 dei Lakers, coronato da un layup che ha battuto il cicalino di Anthony Davis.

I Lakers hanno aperto il secondo tempo con 11 punti di vantaggio, ma i Warriors non l’hanno mai chiuso con meno di 9 punti. Golden State ha faticato a trovare un’offesa coerente e il difensore Draymond Green ha affrontato problemi di fallo mentre Los Angeles ha continuato a giocare.

READ  Mercato azionario oggi: Wall Street dà il via a un'intera settimana di rapporti sugli utili e alla riunione della Fed

La postseason dei Lakers finora è stata definita dal fatto che abbiano o meno un buon Davis in campo, e questo è stato sabato scorso. Il lungo ha avuto un gioco mostruoso su entrambe le estremità del campo, segnando 25 punti su 7 tiri su 10 con 13 rimbalzi, 4 stoppate, 3 assist e 3 palle recuperate. James, nonostante un quarto quarto senza reti, ha chiuso con 21 punti, 8 rimbalzi e 8 assist.

Nessuno ha fatto davvero una grande partita per i Warriors, ma Andrew Wiggins ci è andato vicino con 16 punti su 6 tiri su 11 con 9 rimbalzi, 4 assist e 0 palle perse. E una schiacciata da poster. Stephen Curry ha guidato la squadra con 23 punti su 9 tiri su 21 (4 su 10 dalla profondità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *