La ricerca mostra che il sonno scarso aumenta le probabilità di sviluppare l’asma

Iscriviti alla CNN Sleepy, ma grande newsletter Cont. La nostra guida in sette parti contiene suggerimenti utili per ottenere un sonno migliore.



Cnn

Una scarsa qualità e quantità del sonno può metterti a rischio di sviluppare l’asma, secondo un nuovo studio.

Precedenti ricerche avevano già dimostrato che l’asma può portare a problemi di sonno, ma i ricercatori volevano sapere se l’associazione funziona al contrario, cioè il modo in cui una persona dormiva influisce sulla probabilità di sviluppare l’asma, hanno detto. Lo studio è stato pubblicato lunedì Nel BMJ Journal of Open Respiratory Research.

“Abbiamo sempre saputo che esiste una connessione tra asma e sonno, ma la maggior parte del lavoro si è concentrata sulla presenza di apnea ostruttiva del sonno”, ha detto l’allergologo pediatrico Dr. Amal Assad ha detto. Immunologia al Cincinnati Children’s Hospital Medical Center. Non è stata coinvolta nell’ultimo studio.

Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato i dati di una coorte di oltre 450.000 persone dal 2006 al 2010. Biobanca del Regno Unito, Un ampio database biomedico e risorse di ricerca seguono i residenti per lunghi periodi di tempo. Gli intervistati avevano un’età compresa tra 38 e 73 anni, afferma il rapporto.

In un follow-up di 10 anni, a quasi 18.000 persone nello studio è stata diagnosticata l’asma, secondo lo studio. L’analisi dei dati ha mostrato che le persone con una predisposizione genetica e cattive abitudini del sonno avevano il doppio delle probabilità di sviluppare l’asma rispetto a quelle del gruppo a basso rischio.

In generale, una predisposizione genetica aumenta il rischio di sviluppare l’asma dal 25% al ​​30%, ha affermato la dott.ssa Juanita Mora, allergologa/immunologa con sede a Chicago e portavoce nazionale dell’American Lung Association. Non è coinvolta nella ricerca.

Ci sono buone notizie: è stato dimostrato che modelli di sonno sani sono associati a un minor rischio di asma, indipendentemente dalla suscettibilità genetica, afferma lo studio.

Gli autori hanno aggiunto che le persone con geni ad alto rischio e un buon sonno avevano un rischio leggermente inferiore di sviluppare l’asma rispetto a quelle con un basso rischio genetico e un sonno scarso.

Monitorando e trattando le condizioni del sonno, gli operatori sanitari possono mitigare lo sviluppo dell’asma, hanno scritto gli autori dello studio. La ricerca suggerisce che il miglioramento delle caratteristiche del sonno può prevenire il 19% dei casi di asma.

La scoperta indica la necessità per medici e infermieri di parlare con i loro pazienti asmatici delle loro abitudini del sonno per vedere se il loro comportamento sta peggiorando i sintomi, ha aggiunto Mora.

La chiave per comprendere questo studio è comprendere l’interazione tra genetica e comportamento, ha affermato Asad.

I ricercatori hanno esaminato tutti i piccoli cambiamenti nel DNA che mettono una persona a rischio di sviluppare l’asma, ha aggiunto. La combinazione di questi marcatori e il rischio nella genetica è chiamata punteggio di rischio poligenico di una persona.

Ma la maggior parte delle persone non conosce il proprio punteggio genetico per quanto sono suscettibili allo sviluppo dell’asma, invece sa solo quanto sono gravi i loro sintomi, ha detto Assad.

Ciò che le persone possono fare è monitorare i fattori scatenanti e i fattori esacerbanti – il sonno sembra essere uno dei tanti – per ottenere un controllo ottimale sulla loro asma, ha detto Mora.

Ha aggiunto che i risultati potrebbero sottolineare l’importanza di una buona igiene del sonno per tutti, indipendentemente dalla genetica dell’asma.

Secondo lo studio, l’infiammazione potrebbe essere alla base del motivo per cui il sonno è così importante per la gestione o la prevenzione dell’asma.

L’asma è generalmente considerata una malattia infiammatoria cronica, dice lo studio. Precedenti ricerche hanno dimostrato che i problemi con il sonno e l’insonnia sono associati all’infiammazione cronica.

I disturbi del sonno sono associati all’attivazione a lungo termine della risposta allo stress, parte della quale può svolgere un ruolo importante nello sviluppo dell’asma, suggerisce lo studio.

Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, gli adulti hanno bisogno di almeno sette ore di sonno per notte.

Per molti, ciò non accade – 1 americano su 3 soffre di insonnia. Secondo il centro per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Ma non è solo la quantità su cui devi concentrarti: anche la qualità è importante.

I sintomi di un sonno scarso includono l’impossibilità di riposare dopo aver dormito a sufficienza, il risveglio ripetuto durante la notte e la comparsa di sintomi. Disordini del sonno (come russare o ansimare per l’aria), “ha detto il CDC.

È qui che entrano in gioco una buona igiene (o abitudini) del sonno.

Il CDC raccomanda di andare a letto e svegliarsi allo stesso tempo, mantenere la camera da letto comoda e buia ed evitare i dispositivi elettronici prima di andare a letto.

Secondo una storia della CNN del 2021, una stanza confortevole è solitamente fresca, tra i 15 ei 20 gradi Celsius (da 60 a 67 gradi Fahrenheit).

Una routine per prepararsi ad andare a letto non è solo per i bambini che hanno bisogno di un bagnetto e di un libro prima di andare a letto. Mettere fine alle attività familiari è un buon modo per segnalare al cervello di tutte le età che è ora di riposare, ha detto alla CNN all’inizio di quest’anno lo psicologo Ariel Williamson del Children’s Hospital di Philadelphia.

Dovresti evitare pasti pesanti, caffeina e alcol troppo vicino al letto ed essere attivo durante il giorno per dormire meglio.

Se nessuno di questi cambiamenti migliora il tuo sonno, dicono gli esperti, potrebbe essere il momento di consultare un medico.

READ  Un morto e quattro feriti nella sparatoria a Baltimora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *