La SEC avverte Coinbase che sta perseguendo un’azione esecutiva per le violazioni dei titoli

L’exchange di criptovalute Coinbase (COIN) potrebbe presto affrontare un’azione esecutiva legata alla sua quotazione di titoli non registrati, ha affermato la società mercoledì.

Coinbase è stato accusato dalla SEC che la società con sede negli Stati Uniti potrebbe violare le leggi sui titoli nella gestione dei suoi servizi di scambio e staking. L’autorità di regolamentazione ha preso di mira Coinbase con un cosiddetto avviso Wells, che informa l’azienda che l’agenzia pianifica azioni future, tra cui un’ingiunzione o cessazione e cessazione, senza specificare ciò che ha riscontrato essere in violazione.

“Se necessario, accogliamo con favore un processo legale per fornire la chiarezza che sosteniamo e dimostrare che la SEC non è equa o ragionevole quando si tratta del suo coinvolgimento nelle risorse digitali”, ha affermato Paul Grewal, chief legal officer di Coinbase. , ha dichiarato in una dichiarazione che “Fino ad allora, è tutto come al solito”.

“La società ritiene che queste potenziali azioni di applicazione siano correlate alle caratteristiche del mercato spot dell’azienda, al servizio di staking Coinbase Earn, Coinbase Prime e Coinbase Wallet”, ha dichiarato Coinbase in un deposito alla SEC, citando le sue conversazioni con il personale dell’agenzia.

IL Avviso sono preliminari e tali avvertimenti non sempre sfociano in provvedimenti coercitivi. La società ha tempo fino al 29 marzo per notificare alla società se intende respingere le conclusioni della divisione esecutiva della SEC secondo cui potrebbe aver violato le leggi sui titoli.

In un post sul blog mercoledìCoinbase ha anche indicato che il suo processo di quotazione delle risorse digitali non è soggetto a notifica.

Anche il CEO di Coinbase, Brian Armstrong, ha twittato sull’annuncio di Wells mercoledì.

READ  Milioni di persone sono a rischio inondazioni nella provincia cinese del Guangdong a causa delle forti piogge | Cina

Una persona che ha familiarità con la situazione ha detto a CoinDesk che l’exchange è stato coinvolto in più di 60 diverse discussioni con il regolatore federale in merito a domande sulla registrazione e l’elenco delle risorse digitali e l’agenzia ha rifiutato di fornire alcun consiglio o risposta alle domande. Le questioni discusse includono la definizione della struttura di mercato appropriata e la determinazione di quali attività possono essere quotate.

Coinbase ha criticato pubblicamente la SEC per quello che descrive come un quadro normativo ambiguo, presentando una petizione al regolatore a luglio per spiegare come le risorse digitali possono rientrare nelle leggi sui titoli.

Da parte sua, il presidente della SEC Gary Gensler ha affermato in diverse occasioni di ritenere che gli scambi di criptovalute, incluso Coinbase in particolare, operino come scambi di titoli non registrati negli Stati Uniti, citando il numero di token che elencano e sostenendo che molti di questi assomigliano a titoli.

Le azioni di Coinbase sono scese di oltre l’11% mercoledì dopo la notizia.

L’annuncio di Wells di mercoledì è arrivato lo stesso giorno in cui la SEC ha citato in giudizio il fondatore di Tron Justin Sun per le accuse secondo cui i token TRX e BTT erano titoli non registrati (tra le altre accuse).

Aggiornamento (22 marzo 2023, 21:31 UTC): Aggiunge ulteriori dettagli.

Aggiornamento (22 marzo 2023, 21:53 UTC): Aggiunge i tweet di Armstrong e le informazioni sui prezzi delle azioni.

Aggiornamento (22 marzo 2023, 22:20 UTC): Include informazioni dalla SEC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *