Le azioni chiudono in rialzo sul rally di fine anno. Il Nasdaq aggiunge più del 2%

Le azioni sono aumentate giovedì mentre gli investitori si dirigevano verso gli ultimi giorni di negoziazione del 2022.

La media industriale del Dow Jones è salita di 345,09 punti, o dell’1,05%, a 33.220,80, recuperando quasi tutte le perdite della seduta precedente. L’S&P 500 è salito dell’1,75% a 3.849,28 e il Nasdaq Composite è salito del 2,59% a 10.478,09.

Il Dow e lo S&P sono saliti leggermente durante la settimana, rispettivamente dello 0,05% e dello 0,12%. Il Nasdaq è sulla buona strada per una perdita dello 0,19%.

Louis Navellier, fondatore e chief investment officer della società di investimenti in crescita Navellier & Associates, ha definito le mosse di giovedì “una breve versione di un giorno del rally di Babbo Natale”.

“Siamo in ritardo per un rimbalzo e la recente debolezza potrebbe essere spiegata da un’ulteriore vendita di perdite fiscali una volta che il rally di Babbo Natale non si materializzerà”, ha affermato. “Avremo più volatilità nel nuovo anno con molta incertezza sulla possibilità di un atterraggio morbido o su quanto la Fed non deciderà se stiamo andando verso una profonda recessione”.

Le azioni di Apple sono rimbalzate con un guadagno del 2,83% dopo quattro giorni consecutivi di perdite.

I mercati sono saliti all’inizio di giovedì dopo il dipartimento del lavoro Si dice che le richieste di disoccupazione siano aumentate Dalla scorsa settimana, tra gli sforzi della Federal Reserve per raffreddare l’economia e soprattutto il mercato del lavoro.

Secondo il rapporto, i richiedenti per la prima volta per i sussidi di disoccupazione sono stati 225.000 nella settimana terminata il 24 dicembre. Questo è stato un aumento di 9.000 rispetto alla settimana precedente e leggermente superiore alla stima di Dow Jones di 223.000.

READ  L'Academy "conduce una revisione" dopo la scioccante nomination all'Oscar di Andrea Riseborough

“Il rapporto sull’occupazione ha mostrato un modesto aumento delle richieste di disoccupazione, in linea con le aspettative e fornisce la prova che un atterraggio morbido è possibile”, ha dichiarato Jason Blackwell, chief investment strategist presso The Colony Group.

L’azione di mercato segue a Ampia vendita Durante la sessione ordinaria di mercoledì, i timori di una recessione hanno pesato sul sentiment degli investitori per un mese e un anno in perdita. Il Dow ha perso 365,85 punti, pari all’1,1%. L’S&P 500 è sceso dell’1,2%, mentre il Nasdaq Composite è sceso dell’1,35%.

Le medie principali si stanno dirigendo verso l’anno peggiore dal 2008. Il Dow ha perso l’8,58%, mentre l’S&P 500 ha perso il 19,24%. Nel frattempo, il Nasdaq è stato il ritardatario del terzo, in calo del 33,03% mentre gli investitori hanno scaricato le azioni di crescita a causa dell’aumento dei tassi di interesse.

“Gli investitori si aspettano un rallentamento economico all’inizio del 2023, evidenziato da tre quarti del calo degli utili dell’S&P 500 e da una continua inclinazione del settore difensivo”, ha affermato Sam Stovall, chief investment strategist presso CFRA Research. “La gravità della recessione rimane in discussione. Ci aspettiamo che sia lieve”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *