Le prospettive di TSMC deludono mentre il declino tecnologico globale continua

(Bloomberg) — Un produttore taiwanese di semiconduttori prevede utili peggiori del previsto per il trimestre in corso, riflettendo il continuo calo della domanda di tutto, dagli smartphone ai chip per server.

I più letti da Bloomberg

La società Apple. Il più importante produttore di chip di ha avvertito che la domanda da parte dei settori mobile e PC rimarrà “debole”, anche se il mercato è stabile e migliorerà nella seconda metà dell’anno. Mantiene i piani precedenti di spendere 36 miliardi di dollari per aggiornamenti ed espansioni fino al 2023.

Le prospettive contrastanti suggeriscono che il più grande conglomerato di Taiwan, come altri settori, stia lottando con l’incertezza sulla domanda di elettronica nel 2023 e oltre.

TSMC prevede vendite comprese tra $ 15,2 miliardi e $ 16 miliardi per il trimestre, una sfumatura al di sotto della previsione media degli analisti di $ 16,1 miliardi. Ha dato quella prospettiva dopo che l’utile netto del primo trimestre ha superato le aspettative inferiori, suggerendo che sta mantenendo un limite sui costi sfruttando al contempo la sua leadership di mercato. Generalmente prevede margini complessivi dal 52% al 54%, in linea con la valutazione media del 52,5%.

Nvidia Corp., Intel Corp. e Advanced Micro Devices Inc. Compresi i clienti e i colleghi statunitensi sono diminuiti nel commercio pre-mercato. Allo stesso tempo, i produttori di apparecchiature per la produzione di chip come ASML Holding NV hanno registrato alcuni guadagni dopo che TSMC ha mantenuto i suoi piani di investimento, nonostante le notizie secondo cui l’azienda taiwanese avrebbe tagliato i costi.

“Stiamo attraversando il fondo del ciclo economico di TSMC nel secondo trimestre”, ha detto il CEO CC Wei agli analisti in una teleconferenza post-utili. Ma i mercati di PC e smartphone “continuano ad essere deboli al momento”.

READ  Mexico Live: Alvarado ottiene una vittoria dominante mentre El Tri avanza alla finale della Gold Cup

TSMC è il boom dell’IA: Tim Kalban

Una grande domanda che deve affrontare TSMC e i suoi colleghi è l’entità del crollo tecnologico globale e se l’economia cinese emergerà più forte dopo aver abbandonato le restrizioni Covid-0. La società ha dichiarato giovedì che prevede un calo delle entrate a una cifra medio-bassa nel 2023, in linea con le stime.

TSMC ha riportato un utile netto di NT$206,9 miliardi ($6,8 miliardi) nel trimestre di marzo, rispetto alla media degli analisti di NT$194,2 miliardi. DSMC, che produce i chip più avanzati per i leader globali dell’elettronica da Apple a Nvidia, ha riportato guadagni deludenti tre mesi fa.

La leadership di mercato di DSMC ha contribuito a incrementarne i margini. Mercoledì, il leader del settore ASML, il più grande produttore di apparecchiature essenziali per la produzione di chip avanzati, ha previsto guadagni del trimestre di giugno migliori del previsto. Ma le prenotazioni nette, un barometro della crescita futura, sono diminuite del 46% rispetto all’anno precedente. Un altro fornitore di apparecchiature di TSMC è Lam Research Corp. Ha inoltre previsto utili rettificati per azione che hanno mancato la stima media degli analisti.

I rialzisti di TSMC restano saldi di fronte alla ritirata di Buffett: Tech Watch

A lungo termine, gli investitori ritengono che TSMC trarrà vantaggio dallo sviluppo dell’intelligenza artificiale e da un aumento della domanda di energia delle applicazioni per chip di computer e data center di fascia alta necessari per addestrare e ospitare modelli di intelligenza artificiale.

Un boom nello sviluppo ha incrementato le vendite di chip di fascia alta da quando la tecnologia ChatGPT di OpenAI ha dimostrato il suo potenziale, contribuendo a ridurre l’enorme stock di chip detenuto dai clienti dall’era Covid. L’accumulo di inventario è stato superiore al previsto alla fine del 2022, hanno affermato i dirigenti.

READ  I posti di lavoro salgono al massimo da 3 mesi, mantenendo la pressione sulla banca centrale

Ecco cosa dice Bloomberg Intelligence

La decisione del management di TSMC di ridurre al 5% l’obiettivo di vendita per il 2023 suggerisce che la domanda globale di smartphone e chip per PC potrebbe essere più debole del previsto, qualcosa che il recente entusiasmo per i semiconduttori legati all’intelligenza artificiale difficilmente può attenuare. La domanda è debole e la deregolamentazione della catena di approvvigionamento globale potrebbe prolungare il processo per gran parte dell’anno.

— Charles Shum, esploratore

Clicca qui per ricercare.

Tuttavia, le prospettive sono offuscate dall’incertezza geopolitica, compresi gli sforzi globali per invadere il territorio di DSMC nella produzione di chip avanzati e le crescenti minacce militari della Cina contro Taiwan.

Warren Buffett ha dichiarato in una recente intervista di aver ceduto la maggior parte della partecipazione di 4,1 miliardi di dollari di Berkshire Hathaway Inc in TSMC a causa di preoccupazioni geopolitiche.

TSMC sta spingendo per produrre i suoi chip avanzati all’estero e sta costruendo una maggiore capacità negli Stati Uniti e in Giappone. I politici e i clienti globali sono sempre più diffidenti nei confronti della dipendenza tecnologica da Taiwan, che secondo Pechino fa parte della Cina.

Sta guidando i finanziamenti del governo: TSMC ha richiesto finanziamenti federali ai sensi dell’American Chips and Science Act – inteso ad attirare la produzione di chip avanzati sulle coste americane – e il governo giapponese sta aiutando a pagare la metà del costo della sua espansione da $ 8 miliardi.

–Con l’assistenza di Cindy Wang, Gao Yuan, Betty Hou, Peter Elstrom e Sabrina Mao.

(Aggiornamenti con azioni azionarie statunitensi ed europee dalla quinta colonna)

I più letti da Bloomberg Businessweek

READ  Lancio del razzo SpaceX Falcon 9 Starlink 6-6

©2023 Bloomberg LP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *