Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,4% ad aprile, mancando le stime di Wall Street

Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,4% ad aprile, rappresentando solo la metà della crescita prevista da Wall Street.

Gli economisti avevano previsto che le vendite sarebbero aumentate dello 0,8% rispetto al mese precedente dopo il forte calo di marzo. Tale calo è stato rivisto a -0,7% dopo essere inizialmente arrivato a un calo dell’1%.

Escludendo le stazioni di servizio e le vendite di auto, le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,6% ad aprile. Sei delle 13 categorie evidenziate nella pubblicazione hanno registrato un calo rispetto a un mese fa. Gli articoli sportivi e l’intrattenimento hanno registrato il calo maggiore di qualsiasi categoria, in calo del 3,3% rispetto al mese scorso e del 5,4% rispetto allo scorso anno. I negozi di mobili e complementi d’arredo sono scesi dello 0,7% rispetto al mese scorso e del 6,4% rispetto ad aprile dello scorso anno. La crescita in altri rivenditori al dettaglio e non in negozio, che include le vendite online, ha contribuito a mantenere le vendite totali superiori rispetto al mese precedente.

“I consumatori sono più selettivi nei loro acquisti ma vogliono comunque spendere”, ha scritto martedì l’economista statunitense leader di Oxford Economics Oren Klachin. “Un passaggio di consegne al secondo trimestre più forte del previsto indica che il principale motore della crescita del PIL continua a ronzare. Tuttavia, mentre le nuvole temporalesche si addensano all’orizzonte, pensiamo che la spesa dei consumatori si esaurirà presto”.

“Prevediamo che un mercato del lavoro debole, riserve di risparmio in eccesso esaurite, standard di credito più severi e prezzi più elevati ridurranno la disponibilità dei consumatori a spendere nel secondo semestre”.

READ  Patriots in grado di aggiungere il favorito di Bill Belichick dopo i tagli di Titans

Il rapporto, pubblicato dal Dipartimento del Commercio, fornisce un’istantanea della spesa dei consumatori in un momento in cui la Federal Reserve sta alzando i tassi di interesse per controllare l’inflazione. Le vendite al dettaglio sono aumentate ad aprile poiché i prezzi al consumo sono aumentati al ritmo più veloce in due anni durante il mese.

Il rapporto arriva nel mezzo di una settimana di risultati trimestrali molto attesi dai rivenditori. Home Depot ha riportato guadagni peggiori del previsto martedì mattina poiché le entrate sono diminuite del 4,2% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso.

Il CEO di Home Depot, Ted Decker, ha dichiarato: “La società prevede che l’anno fiscale 2023 sarà un anno moderato per il mercato del miglioramento della casa”.

Target (TGT) TJX (TJX) Walmart (WMT) e Alibaba (BABA) dovrebbero riferire nel corso della settimana.

Josh è un giornalista di Yahoo Finance.

Fare clic qui per un’analisi approfondita, comprese le ultime notizie sul mercato azionario e gli eventi di movimento azionario

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *