L’esperienza con Aaron Rodgers ha influenzato l’approccio di Nathaniel Hackett a Russell Wilson

La grande conclusione di un articolo su TheAthletic.com sul primo anno di Russell Wilson a Denver deriva dal rapporto secondo cui il proprietario di Seattle Jody Allen voleva licenziare l’allenatore Pete Carroll e il GM John Schneider. (Wilson nega.) La storia contiene Altre crocchette interessanti.

Ad esempio, è chiaro che l’approccio dell’allenatore dei Broncos Nathaniel Hackett a Wilson a Denver è stato influenzato dall’esperienza di Hackett con Aaron Rodgers a Green Bay nel 2019.

Quell’anno, Hackett entrò come coordinatore offensivo, lavorando con il nuovo allenatore Matt LaFleur. Secondo il rapporto, LaFleur “a volte escogitava un nuovo concetto o giocava in una riunione offensiva” e Rodgers “abbatteva”.

Secondo il rapporto, Hackett non vuole rivivere la stessa esperienza.

“Non voglio farlo di nuovo”, ha detto Hackett, un anonimo assistente allenatore dei Broncos ha detto a TheAthletic.com. “Voglio che questa transizione sia il più semplice, fluida e veloce possibile.”

Potrebbe essere stato troppo facile per Wilson.

“Ha avuto molta influenza”, ha detto un altro allenatore a TheAthletic.com. “E si basava principalmente su ciò che Hackett gli ha permesso di influenzare”.

Quindi Wilson, che per anni voleva essere il centro dell’offesa, ha ottenuto ciò che voleva. Non ha funzionato. La sfida per il nuovo allenatore Sean Payton è trovare un buon equilibrio tra il miglioramento di Wilson e l’assicurarsi che non abbia troppa potenza.

READ  Un passeggero di Delta Air Lines apre la porta di uscita e attiva lo scivolo di emergenza prima della partenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *