Powell insiste sul fatto che la banca centrale ha bisogno di indipendenza politica nell’affrontare l’inflazione

Presidente della Federal Reserve Girolamo Powell Martedì la banca centrale ha sottolineato la necessità di rimanere libera dall’influenza politica mentre affronta l’inflazione costantemente elevata.

In un discorso alla Riksbank svedese, Powell ha osservato che la stabilizzazione dei prezzi richiederebbe decisioni difficili politicamente sgradevoli.

“La stabilità dei prezzi è il fondamento di un’economia sana e fornisce benefici incommensurabili al pubblico nel tempo. Ma ripristinare la stabilità dei prezzi quando l’inflazione è alta può richiedere misure impopolari a breve termine, come aumentare i tassi di interesse per rallentare l’economia”. Il presidente ha detto in osservazioni preparate.

“La mancanza di un controllo politico diretto sulle nostre decisioni ci consente di compiere questi passi necessari senza considerare fattori politici a breve termine”, ha aggiunto.

I commenti di Powell sono arrivati ​​in un forum per discutere l’indipendenza della banca centrale, seguito da una sessione di domande e risposte.

Il discorso non conteneva indicazioni dirette su dove fosse diretta la politica della banca centrale Aumentato i tassi di interesse sette volte Nel 2022, un totale di 4,25 punti percentuali, e lo ha indicato Ci sono opportunità per aumentare Quest’anno.

Le critiche alle azioni della Fed da parte dei leader eletti sono state spesso fatte in tono sommesso, con Powell che ha affrontato l’opposizione vocale da entrambi i lati del corridoio politico della Fed.

L’ex presidente Donald Trump ha derubato la Fed per aver alzato i tassi di interesse durante la sua amministrazione, mentre il Sen. Leader progressisti come Elizabeth Warren, D-Mass, hanno criticato l’attuale round di rilanci. Il presidente Joe Biden ha ampiamente resistito a commentare le mosse della banca centrale, pur osservando che affrontare l’inflazione è principalmente responsabilità della banca centrale.

READ  Il College Board sta eliminando il suo curriculum AP per gli studi afroamericani

Powell ha ripetutamente affermato che i fattori politici non hanno pesato sulle sue azioni.

In un’altra parte del discorso di martedì, ha affrontato le richieste di alcuni legislatori affinché la banca centrale utilizzi i suoi poteri di regolamentazione per affrontare il cambiamento climatico. Powell ha osservato che la banca centrale dovrebbe “attenersi al nostro lavoro a maglia e non allontanarsi per perseguire interessi sociali che non sono strettamente collegati ai nostri obiettivi e alle nostre autorità statutarie”.

Mentre la banca centrale chiede alle grandi banche di esaminare la loro preparazione finanziaria in caso di grandi eventi legati al clima come uragani e inondazioni, Powell ha affermato che la strada da percorrere è lunga.

“Le decisioni sulle politiche per affrontare direttamente il cambiamento climatico dovrebbero essere prese dai rami eletti del governo e quindi riflettere la volontà del pubblico espressa attraverso le elezioni”, ha affermato. “Ma senza una chiara legislazione del Congresso, sarebbe inappropriato utilizzare la nostra politica monetaria o gli strumenti di supervisione per promuovere un’economia verde o raggiungere altri obiettivi basati sul clima. Non siamo, e non saremo, un ‘decisore delle politiche climatiche'”.

La banca centrale lancerà quest’anno un programma pilota invitando le sei maggiori banche della nazione a partecipare a una “analisi ambientale” volta a testare la resilienza delle istituzioni durante i principali eventi climatici.

L’esercizio si svolgerà in aggiunta ai cosiddetti stress test, che la banca centrale utilizza per testare come si comporteranno le banche in un’ipotetica recessione economica. Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs, JPMorgan Chase, Morgan Stanley e Wells Fargo sono società partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *