Tim Cook apre il primo negozio Apple in India

Hong Kong (CNN) Il CEO di Apple, Tim Cook, aprirà i suoi primi negozi fisici in India questa settimana, segnando una pietra miliare per il produttore di iPhone nel secondo mercato mondiale di smartphone.

Cook è stato visto accogliere personalmente i clienti mentre il personale applaudiva e applaudiva al nuovo negozio dell’azienda a Mumbai, che ha aperto martedì. Giovedì dovrebbe comparire all’inaugurazione del secondo negozio a Delhi.

La mossa segue il ritorno dell’azienda più preziosa del mondo in India, monitorando il suo potenziale sia nel mercato dei consumatori che nella base manifatturiera.

In una dichiarazione di lunedì, Cook ha sottolineato la continua espansione di Apple nel paese, affermando che il suo lancio fisico ha coinciso con il suo 25° anno di attività.

“L’India ha una cultura meravigliosa e un’energia incredibile”, ha detto. “Siamo entusiasti di costruire sulla nostra storia di lunga data, supportando i nostri clienti, investendo nelle comunità locali e lavorando insieme per creare un futuro migliore”.

Il nuovo negozio Apple a Mumbai, in India.

In una dichiarazione separata rilasciata lunedì a questo proposito, Mela (AAPL) Ha anche condiviso uno scorcio del suo nuovo negozio di Mumbai situato in una proprietà di proprietà del conglomerato del presidente indiano Reliance Industries. Mukesh Ambani.

L’azienda si definisce uno dei negozi “più efficienti dal punto di vista energetico” al mondo, affermando che i pannelli solari gli consentono di funzionare esclusivamente con energia rinnovabile.

Apple non ha risposto a una richiesta di ulteriori commenti o dettagli sulla visita di Cook.

Ambizioni al dettaglio

Mela del mondo Il secondo è più grande Il produttore di smartphone, dietro SAMSUNG (SSNLF)Ma la sua quota del 6% nel mercato indiano rimane piccola.

READ  Il comitato etico della Camera apre un'indagine su George Santos

È sminuito dai primi cinque fornitori del paese, guidati da Samsung e dai produttori di smartphone cinesi Xiaomi e Vivo. Prodotti Apple Considerato troppo costoso Da molti consumatori nel paese.

In India, lo stipendio medio di un tipico impiegato a tempo pieno è di 18.585 rupie ($ 226,5) al mese, secondo un recente rapporto. Statistiche governative. In confronto, l’iPhone 14 parte da 79.900 rupie ($ 973,6), mentre l’iPhone SE, il modello più economico, parte da 49.900 rupie ($ 608,2).

Tuttavia, si prevede che la posizione di Apple cresca, poiché continua a costruire la sua presenza al dettaglio lì mentre sempre più clienti si rivolgono a smartphone di fascia alta.

L’India è promettente per le imprese grazie alla sua vasta popolazione, all’aumento della classe media e al potenziale di crescita dei consumatori che dovrebbero passare dai telefoni cellulari di base agli smartphone, ha affermato Hanish Bhatia, Direttore associato, Counterpoint Research.

Tuttavia, fino ad ora, Apple vendeva i suoi prodotti online o tramite rivenditori di terze parti.

Questo perché all’azienda, insieme ad altri rivenditori esteri, è stato impedito per anni di aprire un negozio nel paese a meno che non si rifornisca localmente almeno del 30% delle sue materie prime, costringendole ad affidarsi a partner locali. Il governo indiano ha allentato le restrizioni nel 2019.

Nel 2020, Apple è stato avviato Un negozio online in India consente ai clienti di acquistare i suoi prodotti e, per la prima volta, di personalizzare alcuni dispositivi.

Apple c’era prima pianificato Dovrebbe aprire il suo primo negozio fisico nel paese nel 2021, anche se deragliato dalla pandemia di Covid-19.

READ  I pubblici ministeri rilasciano il video della morte di Irvo Otieno: aggiornamenti in diretta

Sanyam Chaurasia, analista di mobilità di Canalys, ha affermato che i negozi consentiranno ad Apple di portare tutti i suoi prodotti “sotto lo stesso tetto” e guidare i consumatori all’acquisto.

La categoria premium per gli smartphone, che secondo Apple è “ancora guidata da negozi fisici che i clienti possono toccare”. [and] Senti il ​​dispositivo”, ha detto alla CNN.

Prasir Singh, analista senior di Counterpoint Research, ha affermato che le posizioni dei nuovi negozi sono importanti, con Delhi e Mumbai che formano rispettivamente i due principali mercati indiani di Apple.

Ad esempio, Singh ha affermato che Mumbai in genere contribuisce al 10% delle vendite complessive di iPhone in India.

Centrale elettrica di generazione

Apple ha iniziato a produrre iPhone in India nel 2017 ed è stata costante Aumenta la sua produttività Là.

Negli ultimi mesi, ha notevolmente ampliato la produzione nel paese dopo che le interruzioni della catena di approvvigionamento nella Cina continentale hanno causato gran parte della sua produzione di smartphone.

Apple ha aumentato significativamente le sue esportazioni indiane lo scorso anno, con il numero di iPhone prodotti e spediti dal paese in aumento del 65% rispetto all’anno precedente, secondo Counterpoint.

I due principali produttori a contratto di Apple, Foxconn e Wistron, sono stati i produttori in più rapida crescita in India nell’ultimo trimestre del 2022, ha affermato la società.

Il mese scorso, il CEO di Foxconn Young Liu Passò una settimana Ha incontrato il primo ministro Narendra Modi nel Paese.

Nella sua dichiarazione di lunedì, Apple ha affermato che sta lavorando con i fornitori per “aumentare la produzione di componenti” lungo le linee di assemblaggio per iPhone.

READ  SDSU vs SDSU in TV come guardare, trasmettere in streaming, quale canale

“Il lavoro di Apple con fornitori indiani di tutte le dimensioni supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro in tutto il paese”, ha affermato.

Il business delle app mobili dell’azienda è cresciuto fino a supportare oltre 1 milione di posti di lavoro per sviluppatori nel paese.

Le maggiori operazioni di Apple in India fanno parte di una tendenza più ampia delle aziende a diversificare la loro produzione lontano dalla Cina.

Negli ultimi anni, secondo Counterpoint, il paese dell’Asia meridionale ha notevolmente aumentato la sua quota di produzione globale di smartphone, da meno del 10% nel 2016 a quasi un quinto quest’anno.

— Manveena Suri della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *