Yellen dice che gli Stati Uniti finiranno i soldi entro giugno

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen e il primo ministro ucraino Denis Shmihal parlano ai giornalisti dopo un incontro bilaterale presso l’edificio del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti a Washington, 13 aprile 2023.

Ken Cedeno | Reuters

WASHINGTON – Il segretario al Tesoro Janet Yellen ha ribadito lunedì al Congresso che gli Stati Uniti non saranno in grado di rimborsare il proprio debito prima del 1° giugno.

“Scrivo per notare che con ulteriori informazioni ora disponibili, stimiamo che il Tesoro non sarà più in grado di far fronte a tutti gli obblighi del governo se il Congresso non agirà per aumentare o sospendere il tetto del debito entro l’inizio del 1 giugno”, lei disse. ha scritto.

La guida è arrivata mentre la Casa Bianca e i leader del Congresso si preparavano a incontrarsi martedì per continuare i negoziati su possibili tagli alla spesa in cambio dell’approvazione da parte della Camera di un aumento del tetto del debito. La Casa Bianca dovrebbe sostenere qualsiasi negoziato con il Senato a maggioranza democratica e la Camera controllata dal GOP.

Negli ultimi giorni sono emerse notizie contrastanti sul fatto che i negoziatori stiano facendo progressi.

Il presidente Joe Biden era ottimista riguardo al raggiungimento di un accordo con i repubblicani alla fine della scorsa settimana e all’aumento o alla sospensione del tetto del debito in tempo per evitare un tracollo economico, anche da una tranche del debito statunitense.

“Penso che ci sia la volontà da parte loro e da parte nostra di raggiungere un accordo, e penso che possiamo farlo”, ha detto Biden ai giornalisti domenica nel Delaware. Ha aggiunto: “Sono ottimista perché sono un ottimista nato”.

READ  I sopravvissuti al ciclone Freddie in Mozambico, Malawi, sono sotto shock mentre più di 300 muoiono.

Ma quella convinzione non corrisponde all’altro lato del tavolo.

“Penso ancora che siamo molto lontani”, ha detto McCarthy a NBC News fuori dal Campidoglio lunedì. “Continuo a non pensare che vogliano un accordo.”

Come aveva fatto in precedenti lettere al Congresso, il segretario al Tesoro ha sottolineato l’urgenza della situazione.

“Aspettare fino all’ultimo minuto per sospendere o aumentare il limite di credito danneggerebbe gravemente la fiducia delle imprese e dei consumatori, aumenterebbe i costi di prestito a breve termine per i contribuenti e avrebbe un impatto negativo sul rating del credito americano”, ha scritto Yellen.

“In effetti, abbiamo già visto i costi di prestito del Tesoro aumentare in modo significativo quando le obbligazioni maturano all’inizio di giugno”, ha scritto.

È iniziato l’incontro di martedì tra Biden, il presidente della Camera Kevin McCarthy, R-Calif., il leader della minoranza Hakeem Jeffries, D-N.Y., il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, D-N.Y., e il leader della minoranza Mitch McConnell, R-Ky. Era previsto per venerdì, ma è stato rinviato a martedì per dare agli assistenti più tempo per parlare.

Una nuova lettera è arrivata in pochi giorni Guida Il Congressional Budget Office ha affermato che le entrate fiscali e le misure di emergenza dopo il 15 giugno “consentiranno al governo di continuare le operazioni fiscali almeno fino alla fine di luglio”.

“Se il tetto del debito rimane invariato, a un certo punto nelle prime due settimane di giugno, il governo non sarà in grado di pagare tutti i suoi obblighi”, afferma il rapporto del CBO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *