I posti di lavoro salgono al massimo da 3 mesi, mantenendo la pressione sulla banca centrale

Numeri: Le aperture di lavoro negli Stati Uniti sono salite al massimo di tre mesi di 10,1 milioni ad aprile, anche se l’economia non si è raffreddata abbastanza da impedire alla Federal Reserve di aumentare i tassi di interesse.

Gli economisti intervistati dal Wall Street Journal prevedono un totale di 9,5 milioni di annunci di lavoro.

Il numero di offerte di lavoro è visto come un segno della salute del mercato del lavoro e della più ampia economia statunitense. Le offerte di lavoro sono rallentate rispetto al picco registrato la scorsa primavera, ma sono ancora superiori a quanto auspicato dalla Fed.

La banca centrale vuole che la creazione di posti di lavoro e le assunzioni avvengano più lentamente per ridurre la pressione al rialzo sull’inflazione.

Nel frattempo, il numero di persone che hanno lasciato il lavoro è sceso a 3,79 milioni. Le partenze sono scese sotto i 4 milioni a gennaio per la prima volta dalla metà del 2021, ma da allora si sono spostate lateralmente.

Sotto quasi ogni punto di vista, il mercato del lavoro è ancora storicamente forte.

Dettagli chiave: Le opportunità di lavoro sono aumentate maggiormente nella vendita al dettaglio, nell’assistenza sanitaria, nei trasporti e nei magazzini, alcune aree dell’economia che hanno aperto la strada alle assunzioni.

Le liste sono diminuite nella produzione, nel governo, nel tempo libero e nell’ospitalità.

Gli economisti considerano l’andamento delle offerte di lavoro come un indicatore approssimativo di quanto sia forte il mercato del lavoro, anche se molte offerte di lavoro non sono effettivamente occupate.

Il numero di offerte di lavoro per ogni lavoratore disoccupato è salito a 1,8 ad aprile da 1,7 del mese precedente, mantenendosi al di sopra del livello precedente di 1,2.

READ  L'UE mette in guardia contro un'azione unilaterale dopo che Polonia e Ungheria hanno vietato il grano ucraino

La banca centrale sta osservando da vicino il tasso e vorrebbe vederlo tornare alle norme pre-pandemia.

Il tasso di uscita tra i lavoratori del settore privato è rimasto invariato al 2,7%. Era del 3,3% un anno fa.

Le persone spesso se ne vanno quando pensano che trovare un lavoro migliore sia più facile e tendono a restare quando l’economia si indebolisce.

Si prevede che gli Stati Uniti aggiungeranno 188.000 nuovi posti di lavoro a maggio. Venerdì uscirà il rapporto sull’occupazione di maggio.

Quadro generale: La banca centrale teme che un mercato del lavoro ristretto – troppi posti di lavoro e pochi lavoratori – renderà più difficile tenere sotto controllo l’inflazione.

Le aziende pagano di più per attrarre talenti e trasferire tali costi sui clienti. La manodopera è una spesa enorme per la maggior parte delle aziende.

Anche le recenti letture dell’inflazione negli Stati Uniti e le relazioni sulla spesa dei consumatori sono state più forti del previsto.

Conclusione: La banca centrale potrebbe essere costretta a considerare se alzare nuovamente i tassi nella riunione del 13-14 giugno piuttosto che evitare un undicesimo rialzo consecutivo. Gli alti funzionari della banca centrale si aspettavano di tenere duro per un po’ per determinare gli effetti dei precedenti aumenti dei tassi sull’economia.

Guardando avanti: “In breve, la domanda di lavoro è moderata, ma ancora scarsa”, ha affermato Stephen Stanley, capo economista di Amherst Pierpont Securities.

Reazione del mercato: Media industriale del Dow Jones

DJIA

e lo S&P 500

SPX

Le perdite si sono protratte nel commercio di mercoledì dopo il rapporto sui lavori. Rendimento obbligazioni

TMUBMUSD10Y

READ  La cometa più vicina alla Terra questa settimana sarà visibile nel New England, Mass

È sceso al 3,67%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *