“Licenziamento illegittimo”, ex lavoratori Midal vincono in tribunale

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Ricordate la lotta dei lavoratori del Gruppo Midal? Con la loro originale protesta contro i licenziamenti illegittimi – il DisGusto Tour – riuscirono ad accendere i riflettori sulla vertenza. E dopo un anno di manifestazioni hanno avviato presso il tribunale di Latina 40 cause giudiziarie per infrazione dell’articolo 18. La prima sentenza da loro ragione e stabilisce “l’immediata reintegra del lavoratore”.

sentenza_reintegro_midal

Dopo più di un anno arriva la prima grande vittoria. Tutto è iniziato quando alcuni lavoratori delle diverse società collegate al Gruppo Midal, impresa che opera nel ramo della distribuzione alimentare, rifiutarono di firmare un’accordo di conciliazione con l’azienda che li avrebbe di fatto “scippati” dei loro diritti. “Il nostro è stato un licenziamento illegittimo, ma intorno alla nostra vertenza giravano tante bugie. Per sensibilizzare l’opinione pubblica nasce l’idea delle manifestazioni di protesta itineranti nelle quali raccontare la verità ai cittadini”.

In seguito a queste azioni, i lavoratori hanno avviato 40 cause giudiziarie per infrazione dell’articolo 18. “Oggi possiamo ribadire con certezza che avevamo ragione sin dall’inizio”. Con la sentenza di martedì scorso, 8 gennaio, il giudice del lavoro Alessandro Gatani ha infatti accolto il ricorso del lavoratore e condannato la società Logicompany all’immediata reintegra nel posto di lavoro ai sensi dell’art.18 legge 300/70.

Monica Persico, l’avvocato che segue le 40 cause giudiziarie Midal, è soddisfatta dei primi risultati. “La sentenza ha confermato quanto da noi sostenuto, ossia l’inefficacia del licenziamento e la presenza di vizi nella procedura. Ci auguriamo che questa sentenza faccia storia per tutti gli altri ricorsi”.

di Marco Nurra | @marconurra

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Top post

Post recenti