lavoro

Post recenti

Articolo 18, Marchionne e i cococo: debunking di Matteo Renzi da Fabio Fazio

Ieri Matteo Renzi è stato ospite alla prima di “Che tempo che fa”. Ha detto molte cose interessanti sul lavoro, dall’annunciata abolizione dei co.co.pro, che personalmente auspico da anni. Questa, più altre sparate tra cui: “Il sindacato che è l’unica azienda sopra i 15 dipendenti in cui non vige l’articolo 18”, il richiamo ai giovani […]

Continua a Leggere...

La mia Sicilia del lavoro gratis, in nero, merce di scambio elettorale

Ti vendi bene tu, che prendi 500 euro al mese per lavorare 12 ore al giorno? Ti vendi bene tu, che a 35 anni hai dovuto chiedere un prestito ai tuoi genitori? #tivendibenetu è una campagna de L’isola dei cassintegrati sulle reali condizioni di lavoro, e di vita, dei giovani in Italia. Fa un caldo infernale […]

Continua a Leggere...

Lo Stato Sociale: non sono 100 concerti a cambiare la precarietà

La band Lo Stato Sociale si racconta per #tivendibenetu, la campagna de L’Isola dei cassintegrati sulle reali condizioni di lavoro, e di vita, dei giovani in Italia. Li ringraziamo, perché è importante che una band come loro faccia passare un messaggio: la precarietà ormai riguarda tutti. Anche le band di successo.  Purtroppo nel nostro lavoro […]

Continua a Leggere...

Lavoro ai giovani: il caos delle regioni

Nel nostro paese i disoccupati tra i 15 e il 24 anni sono il 43,3 per cento. Ma il programma europeo per impiegare i giovani, partito due mesi fa, stenta a decollare. Perché ogni regione può fare a modo suo. E in molte è caos. L’inchiesta di Michele Azzu per L’Espresso. “Garanzia Giovani” compie due mesi: sono passati […]

Continua a Leggere...

Odio, odio, odio il mio lavoro! Ciò che molti pensano ma non diranno mai al proprio capo

Per dare uno sguardo al futuro provate a pensare a un dipendente sfruttato che batte a macchina: “Io odio il mio lavoro. Io odio il mio lavoro. Io odio il mio lavoro”, ininterrottamente. Proprio di questo è accusato uno stenografo del tribunale di Manhattan (New York), licenziato due anni fa dopo aver compromesso almeno 30 […]

Continua a Leggere...

Omsa, le donne, il lavoro (che non c’è)

Pochi giorni fa Christine Lagarde, direttore del Fondo Monetario Internazionale, ha dichiarato in un intervista al Corriere della Sera che l’Italia fa troppo poco per favorire l’ingresso delle donne nel mercato del lavoro. “Il vostro è uno dei Paesi della zona euro che incoraggiano meno la partecipazione delle donne al mercato del lavoro”. I numeri dell’Istat […]

Continua a Leggere...

Matteo Renzi si dimentica di voi precari

Non ci sarà un nuovo contratto unico, ma modifiche sostanziali al contratto di apprendistato di Fornero. Il sindacalista: “Dai contratti di collaborazione da uno o due euro l’ora, ai finti co.co.pro e alle finte partite Iva: finché rimangono tutte le altre tipologie non cambierà nulla”. L’inchiesta di Michele Azzu per l’Espresso. Del Jobs Act, la nuova riforma […]

Continua a Leggere...

In quali paesi le donne guadagnano meno degli uomini?

La risposta corretta a questa domanda è: “ovunque”. Non esiste, infatti, un solo paese al mondo dove le donne guadagnino in media più dei loro colleghi maschi.  Le donne hanno stipendi significativamente inferiori rispetto agli uomini. Per esempio, se il salario medio del Regno Unito è di 31.900£, una donna guadagna in media 26.095£. Un […]

Continua a Leggere...

8 donne che vi insegneranno il significato dell’8 marzo

Per la Giornata internazionale della donna ci tornano alla mente tutte le storie di donne pubblicate in questi anni su L’Isola dei cassintegrati. Donne che non si arrendono pur se discriminate sul lavoro, nel ruolo, nei compensi più bassi. Licenziate perché incinta. A dirla tutta in questi anni al blog hanno partecipato più donne che […]

Continua a Leggere...

Abbiamo detto sì al lavoro precario, saltuario, sottopagato

Non posso fare regali ai miei nipoti. Non avrò mai una pensione perché su 20 anni di lavoro 14 sono stati da precaria.

Continua a Leggere...