marchionne

Post recenti

FIAT. Cara Emma, arrivederci e grazie

“Cara Emma, arrivederci e grazie”. Si potrebbe sintetizzare così la lettera con la quale Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat, annuncia ad Emma Marcegaglia, presidente degli industriali italiani, l’uscita della Fiat da Confindustria a partire dal prossimo primo gennaio. Marchionne, che già a giugno aveva ipotizzato l’abbandono di Confindustria “in assenza di ulteriori passi sull’esigibilità” […]

Continua a Leggere...

Oltre Vasco e Spider Truman: riprendiamoci la notizia

Pochi giorni fa abbiamo rilanciato dalle pagine di questo blog sociale uno spunto di dibattito, a nostra volta ripreso da Luca De Biase: Perché gli italiani non si ribellano? Contro il “tappo” di un sistema politico arroccato sulle poltrone, incapace di rinnovarsi per contrastare la crisi, all’estero si chiedono cosa aspettiamo a ribellarci. Ribellarsi non significa […]

Continua a Leggere...

FIAT MELFI: Prove false al processo

Mentre Marchionne dichiara che FIAT controllerà il 51% di Chrysler entro il 2011 e tutti aspettano di capire che ruolo giocheranno le fabbriche italiane in questo equilibrio, prosegue a Potenza il processo che vede contrapposte Fiat e Fiom per il reintegro dei tre operai dello stabilimento di Melfi, licenziati causa sciopero, poi costretti da una […]

Continua a Leggere...

NOMINATION: Lavoratori sotto ostaggio

Gli ultimi avvenimenti nel mondo del lavoro – separare tra lavoro e politica in questi casi è dura – parlano di lavoratori tenuti in ostaggio, senza via di scampo. Sottoposti a ricatti in cui la forza contrattuale è zero, con la pistola alla tempia, non quella della Bignardi ma di Marchionne: “O così, o trasferiamo […]

Continua a Leggere...

Passa la linea Landini, FIOM al contrattacco

Dopo la riunione del Comitato centrale della Fiom è chiaro che in gioco c’è molto più che la firma di un accordo. La proposta presentata da Landini ha ricevuto il 70,6 % dei consensi, superando così il documento alternativo di Fausto Durante. Se molti avevano sperato in una spaccatura interna alla Fiom, il sindacato dei […]

Continua a Leggere...

Ex Bertone, approvato accordo del doppio ricatto

È passato, con 886 voti favorevoli su 1011, il documento proposto da Sergio Marchionne per far ripartire la produzione alla ex carrozzeria Bertone di Torino, ora Officine automobilistiche Grugliasco. L’approvazione dell’accordo, alla quale è stato subordinato l’investimento, prevede il massimo utilizzo degli impianti, il graduale passaggio ai 18 turni, fino a 120 ore di straordinario […]

Continua a Leggere...

FIAT Melfi: Ecco il documento che ci assolve

Continuano le rivelazioni di Giovanni Barozzino, uno dei tre operai Fiat di Melfi licenziati e riassunti (ma isolati), causa sciopero. Giovanni ci ha svelato qualcosa d’importante (ripreso da L’Espresso): i tabulati telefonici dimostrano che loro non si trovavano al blocco. Dopo gli sms di minacce ecco un’altra prova: un documento relativo a quella sera, firmato […]

Continua a Leggere...

FIAT: minacce e avvertimenti per i 3 di Melfi

Continua la rubrica in collaborazione con i tre operai FIAT di Melfi, simbolo delle lotte dei lavoratori uin Italia. I tre, che  vennero licenziati e poi riassunti senza poter lavorare a causa degli scioperi, ma durante una intervista ci svelano elementi inediti che fanno pensare che il loro sia stato un licenziamento politico (Leggi la prima intervista). Pubblichiamo […]

Continua a Leggere...

FIAT: “Il nostro un licenziamento politico”

Parte da oggi la rubrica su FIAT che fa diretto riferimento ai tre operai di Melfi, simbolo delle lotte dei lavoratori uin Italia. I tre, che  vennero licenziati e poi riassunti senza poter lavorare (leggi qui la loro vicenda) a causa degli scioperi, ci svelano qualcosa di importante: i tabulati telefonici dimostrerebbero che non erano […]

Continua a Leggere...

Le testimonianze degli operai FIAT di Melfi sul nostro blog

Il nostro blog ospiterà, a partire dalla prossima settimana, le testimonianze dirette di Giovanni Barozzino, Antonio Lamorte e Marco Pignatelli, i tre operai di Melfi che da mesi portano avanti una dura battaglia per il lavoro e i diritti, i tre famosi operai di Melfi che qualche mese fa vennero licenziati per avere scioperato. Tutti […]

Continua a Leggere...