Digital World Acquisition si offre di accordarsi con la SEC sulla fusione dei media di Trump

Uno dei principali partner finanziari della società di media dell’ex presidente Donald Trump si è offerto di pagare 18 milioni di dollari alla Securities and Exchange Commission per risolvere un’indagine sui suoi primi colloqui di fusione. Lunedi.

L’acquisizione di Digital World, che si è impegnata a fondersi con Trump Media & Technology Group – una società di acquisizione per scopi speciali, o SPAC, che potrebbe essere negoziata sui mercati pubblici – ha affermato di aver raggiunto un accordo preliminare con la SEC. Il social network ha violato alcune regole antifrode nei documenti relativi alla “tempistica e alle discussioni” della sua proposta di fusione con la Trump Organization, proprietaria di Truth Social.

L’accordo, soggetto all’approvazione della Sec, potrebbe sbloccare centinaia di milioni di dollari su cui l’azienda di Trump conta da mesi. Ma il deposito ha anche indicato tensioni tra le società che potrebbero minare del tutto l’accordo.

L’accordo di fusione, che doveva concludersi lo scorso anno, è ancora sospeso a causa dell’indagine della SEC e Digital World ha superato la scadenza dell’8 settembre per prorogare la scadenza di un altro anno. Nel deposito, Digital World ha dichiarato: “Secondo la sua e-mail, [Trump Media] Ritiene di essere attualmente vincolato solo dall’accordo di fusione fino all’8 settembre 2023.

Digital World “si aspetta di funzionare [Trump Media] In buona fede, questa divergenza di opinioni dovrebbe essere risolta nell’interesse dei suoi azionisti “, si legge nel deposito. “La società è molto interessata a concludere la transazione [Trump Media] E c’è speranza [the companies] Questa differenza interpretativa può essere risolta”.

READ  Campionato NFC: gli Eagles battono i 49ers, 31-7, conquistando un posto nel Super Bowl

A partire da ora, Digital World dovrebbe essere liquidato in quella data, restituendo $ 300 milioni agli investitori se l’accordo di fusione non si verifica.

Digital World ha affermato di sperare che la società “rimuova la nuvola di incertezza” che aleggiava sulla società e le consentisse di “andare avanti nel raggiungimento della sua missione” per aiutare a “costruire una piattaforma multimediale alternativa”. Trump Media si riserva inoltre il diritto di risolvere il Contratto di affiliazione nella sua interezza.

La SEC non ha risposto a una richiesta di commento lunedì. Anche i rappresentanti dei media di Digital World e Trump non hanno risposto.

Nel settembre 2021, Digital World ha dichiarato nella sua offerta pubblica iniziale depositata presso la SEC di “non essere stata selezionata” o di non aver avuto “discussioni significative, direttamente o indirettamente, con alcun obiettivo di aggregazione aziendale” in conformità con le regole SEC che richiedono SPAC fare. Non completano alcun collegamento prima di iniziare.

Ma in un atto d’accusa svelato la scorsa settimana per accuse di frode in titoli, i pubblici ministeri federali hanno mostrato messaggi di testo che mostravano un ex dirigente di Digital World e altri investitori sapevano dell’imminente fusione con mesi di anticipo e hanno cercato di scambiare tali informazioni a scopo di lucro.

L’anno scorso un ex dirigente dei media di Trump, Will Wilkerson, ha presentato una denuncia alla SEC sostenendo che le discussioni sulla fusione violavano le leggi sui titoli. Parlando al Washington Post, Trump Media lo ha licenziato a ottobre.

Come parte dell’accordo, Digital World ha accettato di confermare che il suo deposito di registrazione della fusione, noto come Modulo S-4, è “materialmente completo e accurato” e di pagare una penale di $ 18 milioni dopo l’approvazione della fusione.

READ  Durbin chiede a Roberts di testimoniare su questioni etiche della Corte Suprema

Michael Oelroge, un professore di giurisprudenza della New York University che studia SPAC, ha affermato che il potenziale accordo sembra essere un passo positivo per le prospettive del mondo digitale, ma “anche con questo, ottenere l’approvazione normativa per la fusione è tutt’altro che un affare fatto”.

Ha osservato che Digital World deve ancora risolvere altri “difficili problemi di divulgazione” con soddisfazione della SEC, inclusa una grande discrepanza tra le valutazioni. Contratto di affiliazione Trump Media nell’ottobre 2021 – fino a $ 1,7 miliardi – il valore che Trump ha dato a Trump Media nei suoi documenti di finanziamento della campagna questo aprile (da $ 5 milioni a $ 25 milioni).

La società, ha aggiunto Ohlrogge, deve affrontare domande su altri debiti e rischi legali che potrebbero ulteriormente ritardare l’accordo “o creare molte responsabilità per la società dopo la fusione poiché gli investitori cercano di riavere i loro soldi se hanno rivendicazioni credibili. Sono stato ingannato .”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *