Una folla ha preso d’assalto il sito del Tbilisi Pride Fest, costringendo la cancellazione dell’evento

Centinaia di manifestanti per i diritti dei gay hanno invaso un festival LGBT nella capitale della Georgia, vandalizzando il palco, appiccando incendi e saccheggiando il bar dell’evento.

TBILISI, Georgia – Centinaia di manifestanti per i diritti dei gay hanno preso d’assalto sabato un festival LGBT nella capitale della Georgia, vandalizzando il palco, appiccando incendi e saccheggiando il bar dell’evento.

I partecipanti al Tbilisi Pride Fest sono stati evacuati in sicurezza dalla scena, ha detto il vice ministro dell’Interno della Georgia Aleksandre Tarakvelitze. Gli organizzatori del festival hanno chiesto alle persone di non recarsi al parco sul lago dove si svolgerà l’evento.

I media georgiani hanno stimato che circa 5.000 persone hanno marciato verso il sito. Molti di loro sventolavano bandiere georgiane e portavano simboli religiosi.

L’ostilità verso le minoranze sessuali è forte in Georgia, principalmente i cristiani ortodossi, e alcuni precedenti eventi LGBT hanno subito violente interruzioni.

Tarakvelitze ha detto che la polizia ha cercato di fermare i manifestanti ma non è stata in grado di fermarli tutti.

Ma gli organizzatori dell’evento hanno criticato la polizia per l’inefficacia, affermando in un comunicato: “La polizia non ha bloccato la strada di accesso alla sede del festival per fermare un gruppo di occupazione. La polizia non ha usato una forza sproporzionata contro gli aggressori.

READ  Russia e Cina firmano accordi economici nonostante le critiche occidentali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *