Unilever scorpora Ben & Jerry's e taglia 7.500 posti di lavoro

Unilever, il colosso dei beni di consumo, detto martedì Prevede di tagliare 7.500 posti di lavoro e di congelare la sua unità di gelati, che include Ben & Jerry's, per ridurre i costi e semplificare il proprio portafoglio di marchi.

Le iniziative creeranno una Unilever “più semplice, più mirata e più efficiente”, ha affermato in una nota Ian Meekins, presidente della società con sede a Londra. Lo scorso anno l'unità gelati del gruppo ha generato vendite per 7,9 miliardi di euro (8,6 miliardi di dollari), ovvero il 13% del totale del gruppo.

La divisione ospita Ben & Jerry's, acquisita da Unilever nel 2000, insieme a marchi come Cornetto, Magnum, Talenti e Walls. Lo spin-off dovrebbe concludersi entro la fine del 2025.

Hein Schumacher ha assunto la carica di amministratore delegato di Unilever a luglio. Annunciato un progetto È stato alla fine dello scorso anno per “stimolare la crescita e sbloccare il potenziale” concentrandosi maggiormente su solo 30 delle centinaia di marchi del gruppo.

Martedì ha affermato che i tagli ai posti di lavoro e lo spin-off del gelato avrebbero “accelerato” il piano, risparmiando quasi 870 milioni di dollari in costi nei prossimi tre anni. I licenziamenti in “ruoli prevalentemente d’ufficio” in tutto il mondo rappresentano circa il 6% della forza lavoro di Unilever.

All’inizio del 2022, Nelson Beltz, uno dei più importanti investitori attivisti di Wall Street, ha iniziato ad acquisire una partecipazione in Unilever. Sig. Peltz, noto per aver spinto le aziende a semplificare le loro strutture organizzative, fu nominato membro del consiglio di amministrazione di Unilever nello stesso anno.

Dopo lo spin-off proposto, le rimanenti unità di Unilever includerebbero marchi di salute e bellezza come il sapone Dove, prodotti di consumo come i detersivi Surf e marchi alimentari tra cui la maionese Hellmann.

READ  Nonostante la diffusa opposizione, il CEO di Reddit afferma che la società "non negozia" con le tariffe delle app di terze parti

La rivale di Unilever, Nestlé, ha scorporato molti dei suoi marchi europei di gelato in una joint venture con una società di private equity nel 2016 e ha venduto i suoi marchi statunitensi Dreyers e Häagen-Dazs nel 2019.

Unilever ha avuto difficoltà negli ultimi anni, con una crescita dei ricavi alimentata da forti aumenti dei prezzi mentre i volumi di vendita diminuiscono. Schiacciati dall’inflazione, i consumatori stanno passando a marchi più economici nelle categorie più grandi di Unilever, in particolare articoli meno essenziali come il gelato.

Lo scorso anno la divisione gelati ha dovuto affrontare la più alta inflazione dei costi di produzione nel portafoglio di Unilever, ha affermato la società in un rapporto sugli utili del mese scorso. Ha trasferito parte di questi costi sui consumatori, spingendoli a comprare meno o a passare a marchi più economici, portando a un “anno deludente con quote di mercato e profitti in calo”.

“L'azienda ha tentato un rapido taglio dei costi per ottenere la crescita più rapida in almeno un decennio”, hanno scritto gli analisti di Bernstein in una nota di ricerca. “Questo piano è 'ci impegneremo' o confidiamo nell'esperienza per implementare lo stesso piano”, hanno aggiunto. Martedì le azioni di Unilever sono aumentate del 3%, ma nell’ultimo anno sono rimaste pressoché invariate.

Ben & Jerry's è gestito da un consiglio di amministrazione indipendente sin dalla sua acquisizione da parte di Unilever. I fondatori del marchio con sede nel Vermont sono schietti su questioni sociali e politiche scottanti; Nel 2021 hanno detto che avrebbero smesso di vendere ai territori occupati da Israele.

Ciò ha portato alcuni fondi pensione statunitensi a disinvestire da Unilever e ha dato luogo ad una causa tra gli azionisti. Ben & Jerry's ha citato in giudizio Unilever nel 2022 per impedirle di vendere i diritti di distribuzione a un licenziatario in Israele. Alla fine Unilever ha venduto i diritti al suo partner locale di lunga data, che continua a vendere il gelato con un marchio leggermente diverso.

READ  Giochi, punteggi, risultati di March Madness: segui dal vivo l'azione del torneo NCAA di domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *