Il commissario dell’ACC Jim Phillips sulle voci di riallineamento: “Siamo tutti insieme”

Il commissario dell’ACC Jim Phillips ha affrontato il futuro del campionato mercoledì dopo la conclusione degli incontri primaverili del campionato. “Quello che mi è stato detto (dai direttori atletici e dai presidenti) è che siamo tutti insieme – di sicuro”, ha detto. Ecco cosa devi sapere:

  • Questa settimana sono emerse notizie secondo cui sette scuole ACC (Virginia Tech, Florida State, Clemson, Miami, North Carolina, North Carolina State e Virginia) si sono incontrate con avvocati per esplorare l’offerta di diritti dell’ACC. L’un l’altro e il campionato fino al 2036.
  • Phillips ha affermato di incoraggiare le università a recarsi presso la sede dell’ACC per esaminare la concessione dei diritti da parte della conferenza. “Non avevo un segnale di avvertimento che sarebbe successo qualcosa di brutto, ecc.”, Ha detto mercoledì.
  • Nel panel che indaga sulla concessione dei diritti, Phillips ha detto: “Non è una novità per me. Non c’è una conferenza o un’organizzazione che non parli dell’espansione e del panorama della conferenza e di ciò che è meglio.

AtleticoAnalisi istantanea:

Quello che viene dopo

Tutti fanno un respiro profondo. Sul serio. Sono stati alcuni giorni interessanti e stressanti all’ACC, e quando tutto si riduce, la conclusione è questa: sappiamo che le scuole stanno testando i loro diritti per vedere quanto sono ermetiche, e ora ne sappiamo alcune. Quelle scuole hanno avuto quelle conversazioni tra di loro. Non è del tutto scioccante, ma ogni decisione sembra elevata in un periodo di instabilità e ristrutturazione del panorama nazionale.

Significa che quelle sette scuole contesteranno effettivamente la concessione dei diritti? Non lo sappiamo. Non lo sanno ancora. Accadrà presto o ci vorranno altri sei anni? Non sappiamo neanche questo. Ma, come mi ha detto una fonte dell’ACC la scorsa settimana, “Se fosse così semplice, lo farebbero già tutti”. — Auerbach

Quello che ha detto Filippo

Il consiglio di amministrazione dell’ACC non voterà su un nuovo modello di compartecipazione alle entrate la prossima settimana, ma “il consiglio ne è entusiasta”, ha detto Phillips. La lega sta discutendo modi ponderati per premiare il successo sul campo (o in campo), essenzialmente consentendo alle scuole di maggior successo di mangiare più di ciò che uccidono.

READ  Biden ha elogiato l'accordo sul tetto del debito nel suo discorso sullo stato della nazione

“Siamo più insieme di un piccolo sottogruppo, il che significa che i campionati nazionali hanno dimostrato che è meglio avere più campionati, non solo un paio”.

Retroscena

Martedì, il direttore atletico della Florida State Michael Alford ha dichiarato che i Seminoles erano “elettrizzati” di essere nell’ACC e volevano rimanere un membro della lega, un giorno dopo che sono emerse notizie secondo cui un gruppo di scuole stava esplorando modi per lasciare la conferenza. Durante gli incontri primaverili dell’ACC di questa settimana ad Amelia Island, in Florida, Alford ha anche affermato che i membri della lega discuteranno dei modelli di compartecipazione alle entrate da implementare nella nuova era dei playoff del college football a 12 squadre.

“Gli AD e le università sono molto intrecciati”, ha detto Alford ai giornalisti. “Quindi siamo felici di essere in questo campionato e vogliamo rimanerci”.

Whit Babcock, direttore atletico della Virginia Tech Confermato al Richmond Times-Dispatch Tutte e sette le scuole si sono riunite per discutere.

Ecco cosa hanno detto Babcock e Radakovich

“Lo classificherei come un sacco di conversazioni, di solito in piccoli gruppi, sull’offerta di diritti, lo statuto della lega, le spiegazioni delle opzioni che sono là fuori”, ha detto Babcock a The Times-Dispatch. “Ma sai, la concessione dei diritti è stata vista molte volte da molte persone.”

Babcock ha affermato che molti hanno interpretato le dichiarazioni di lunedì nel senso che le conversazioni non erano state organizzate e che molte delle discussioni avevano sette sottocommissioni, non tutte e sette insieme. Dopo che quelle conversazioni sono diventate pubbliche, Miami ha trasmesso le lamentele, secondo il direttore atletico Dan Radakovich.

READ  L'attività delle fabbriche cinesi rallenta ad aprile a causa dei deboli consumi globali

“Le persone devono dire dove sono e perché si sentono in quel modo”, ha detto Radakovich ai giornalisti, aggiungendo che il crescente divario di entrate tra i Big Ten e la SEC e tutti gli altri potrebbe influenzare le scuole ACC in una miriade di modi. o in tribunale. “Abbiamo questo divario, e il divario non riguarda solo i soldi”, ha detto Radakovich.

“Penso che il modo in cui è venuto fuori sia stato tutt’altro che ideale, ma è stato un catalizzatore per alcune vere conversazioni e forse possiamo portare a termine il lavoro come ACC un po’ più velocemente”, ha detto Babcock.

Lettura richiesta:

(Foto: Jim Dedman / USA Today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *