L’Honduras cerca legami con la Cina, facendo pressioni su Taiwan prima della visita degli Stati Uniti

  • L’Honduras cerca relazioni ufficiali con la Cina
  • La migrazione rischia di ridurre ulteriormente il numero degli alleati di Taiwan
  • Oltre all’Honduras, Taipei ha relazioni formali con 13 paesi
  • Il presidente taiwanese visiterà l’America centrale ad aprile

Tegucigalpa/TAIPEI, 14 marzo (Reuters) – La presidente dell’Honduras Xiomara Castro ha dichiarato martedì di aver chiesto al ministro degli Esteri del Paese di aprire rapporti ufficiali con la Cina in vista di un importante viaggio del presidente di Taiwan Tsai Ing-wen negli Stati Uniti e nel Medio Est. America.

La Cina non consente ai paesi con legami diplomatici di intrattenere relazioni ufficiali con Taiwan, che rivendica come proprio territorio senza diritto a relazioni tra stato e stato, una posizione fortemente contraria a Taiwan.

Castro ha lanciato l’idea di aprire legami con la Cina e di recidere i legami con Taiwan durante la sua campagna elettorale, ma ha detto che spera di mantenere i legami con Taiwan nel gennaio 2022.

Se la nazione centroamericana dovesse tagliare i legami con Taiwan, lascerebbe l’isola con solo 13 alleati diplomatici.

Il parlamentare dell’opposizione honduregna Tomás Zambrano ha dichiarato alla televisione locale che la decisione influenzerà le relazioni del Paese con gli Stati Uniti, suo principale partner commerciale, osservando che molte famiglie fanno affidamento sulle rimesse inviate dal nord.

Ultimi aggiornamenti

Guarda altre 2 storie

Gli Stati Uniti non hanno relazioni diplomatiche formali con Taiwan, ma sono il suo più importante sostenitore internazionale e fornitore di armi, una costante fonte di attrito nelle relazioni sino-americane.

“Dobbiamo guardare le cose in modo più pragmatico e cercare il miglior risultato per il popolo honduregno”, ha detto martedì alla televisione locale il ministro degli Esteri honduregno Eduardo Reyna.

READ  28 morti nell'incendio del traghetto passeggeri filippino

La dichiarazione di Castro, fatta su Twitter, anticipa il viaggio programmato di Tsai in America Centrale il mese prossimo, dove dovrebbe visitare il Guatemala e il Belize. Su una nota più emotiva, attraverserà gli Stati Uniti e incontrerà il presidente della Camera degli Stati Uniti Kevin McCarthy, il che farà arrabbiare molto la Cina.

Mercoledì, rispondendo alle domande dei parlamentari in parlamento, il vicepresidente dell’Ufficio per la sicurezza nazionale di Taiwan, Chen Hsin-kung, ha affermato di “non escludere completamente” la possibilità che la Cina tenti di esercitare pressioni prima del viaggio di Tsai.

Taiwan ha accusato la Cina di aver assunto enormi quantità di debito dai suoi alleati, cosa che Pechino nega.

Il ministero degli Esteri di Taiwan ha espresso seria preoccupazione al governo dell’Honduras e lo ha esortato a considerare attentamente la sua decisione ea “non cadere nella trappola della Cina”.

Una fonte vicina alla situazione a Taiwan ha affermato che l’isola deve “esaurire tutte le strade” per mantenere i rapporti diplomatici con l’Honduras.

“Saluti Honduras”

Il ministero degli Esteri cinese deve ancora commentare, ma Zhang Ran, l’ambasciatore cinese in Messico, ha twittato che l’unica politica cinese, che afferma che Cina e Taiwan fanno parte dello stesso paese, è il consenso della comunità internazionale.

“Congratulazioni all’Honduras per questa decisione perfetta di abbracciare quella politica! Spero che si realizzi”, ha detto Zhang.

Nel dicembre 2021, il Nicaragua ha interrotto i suoi legami di lunga data con Taiwan, ha cambiato fedeltà alla Cina e ha dichiarato che “Taiwan è una parte inalienabile del territorio cinese”.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti all’epoca incoraggiò i paesi a mantenere i loro legami con Taiwan e disse che la decisione del Nicaragua non rifletteva la volontà del popolo perché il suo governo non era stato eletto liberamente.

READ  I licenziamenti tecnici sanguinano nel 2023. Perché le aziende licenziano i lavoratori?

Il Dipartimento di Stato americano non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sull’Honduras.

Se l’opposizione dovesse vincere le elezioni presidenziali di fine aprile, Taiwan potrebbe perdere un altro alleato latinoamericano, il Paraguay.

Il Paraguay taglierà i legami con Taiwan e aprirà legami con la Cina, che il candidato presidenziale dell’opposizione Efrain Alegre spera possa aumentare le esportazioni vitali di soia e carne bovina.

Reportage di Gustavo Palencia a Tegucigalpa, Ben Blanchard, Yimou Lee e Sarah Wu a Taipei e Valentine Hilaire a Città del Messico; Montaggio di Sarah Moreland, Sri Navaratnam e Himani Sarkar

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *