Un nuovo studio rivela un fattore di rischio comune per il cancro al seno ed ecco come puoi agire ora

Un medico della Cleveland Clinic l’ha rotto.

La diagnosi precoce e controlli regolari sono essenziali quando si tratta di prevenire il cancro. È anche importante informarsi sui fattori di rischio e sapere a cosa prestare attenzione.

Un passo Un nuovo studio, molte donne non sanno che avere un seno denso aumenta le possibilità di contrarre il cancro al seno. In effetti, aumenta il rischio di una persona Da una a quattro volte.

Più di 2.300 donne sono state intervistate e intervistate sulla loro percezione del seno denso come fattore di rischio per il cancro al seno. È stato chiesto loro se avere un seno denso ti espone a un rischio maggiore rispetto ad avere un parente con il cancro al seno e cosa può aiutare a ridurre il rischio di una persona di sviluppare il cancro al seno.

I risultati mostrano che le donne credono Famiglia La storia è il più grande fattore di rischio e alcuni credevano che la densità del seno aumentasse il rischio di sviluppare il cancro al seno.

A causa di questa mancanza di consapevolezza, gli autori dello studio “hanno dettagliato Formazione scolastica Rischi del cancro al seno e strategie di prevenzione necessarie.”

Perché avere un seno denso aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno

I seni sono composti da tessuto fibroghiandolare (dotti lattiferi, lobuli e tessuto connettivo) e grasso. La densità mammaria è usata per descrivere la quantità di tessuto fibroghiandolare nel seno di una paziente. I seni sono considerati “densi” se c’è più tessuto fibroghiandolare che grasso. Dott. Laura B. Shepherdson, MD, MS, e il capo dell’imaging del seno alla Cleveland Clinic spiega.

READ  Le azioni Tesla scivolano, le preoccupazioni sui margini oscurano le consegne record

Circa il 50% della popolazione di età compresa tra 50 e 74 anni ha tessuto mammario denso. Sebbene sia chiaro che i pazienti con tessuto mammario denso hanno un rischio da 1 a 4 volte maggiore di sviluppare il cancro al seno rispetto ai pazienti con tessuto fibroghiandolare inferiore, non è chiaro perché questo sia il caso, spiega il dott. Shepherdson. Una teoria è che i tumori al seno si sviluppino nelle cellule del tessuto fibroghiandolare. Pertanto, maggiore è il tessuto fibroghiandolare di un paziente, maggiore è la probabilità che le cellule diventino cancerose.

Un altro motivo importante per cui la densità del seno è importante è che i tumori al seno potrebbero non essere visualizzati correttamente su una mammografia se una donna ha un tessuto mammario denso, aggiunge il dott. Shepherdson. Il tessuto fibroghiandolare appare bianco su una mammografia. Poiché anche i tumori sono bianchi, il tessuto bianco denso può “nascondere” il cancro al seno, rendendo più difficile per un radiologo, un medico che interpreta le mammografie, vederlo.

Imparentato: Ecco i 9 maggiori segni di cancro al seno nelle donne e quando consultare un medico

Come scoprire se hai un seno denso

La densità del seno si basa sull’aspetto mammografico, non su come si sente il seno. Quando un radiologo legge una mammografia, assegna la densità del seno.

I radiologi classificano la densità utilizzando quattro categorie basate sulla percentuale di tessuto fibroghiandolare (bianco sulle mammografie) rispetto al grasso (grigio sulle mammografie) nel seno, ha affermato il dott. spiega Shepherdson. Fortunatamente, molti stati hanno ora approvato leggi che richiedono ai radiologi di informare i pazienti se hanno tessuto mammario denso.

READ  Daniel Penny è accusato di omicidio dopo aver strangolato il pilota della metropolitana Jordan Neely

Fasi di azione per lo screening

Il dottor Shepherdson afferma che non è mai troppo presto per iniziare a parlare della salute del seno con il proprio medico. Lui/lei può rivedere i tuoi fattori di rischio specifici per lo sviluppo del cancro al seno e, con il tuo contributo, sviluppare una strategia di screening del cancro al seno che funzioni per te.

“Consiglio a tutti i pazienti di considerare di iniziare la mammografia di screening annuale a partire dai 40 anni perché i pazienti più giovani hanno un tessuto mammario più denso e la diagnosi precoce è importante”, afferma il dott. Shepherdson. “Se un paziente sa di avere un seno denso, consiglio anche di parlare con il proprio medico di quali altri test di screening potrebbero essere adatti a loro, tra cui un’ecografia completa del seno e/o una risonanza magnetica”.

Prossimo: Queste sono le diverse fasi del cancro al seno e cosa significa ciascuna

le prove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *