Una capsula SpaceX trasporta l’ultimo equipaggio di quattro persone alla Stazione Spaziale Internazionale

3 marzo (Reuters) – Una capsula SpaceX Crew Dragon con a bordo due astronauti statunitensi, un cosmonauta russo e un astronauta degli Emirati Arabi Uniti è arrivata sana e salva alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) venerdì presto. .

Il veicolo spaziale autonomo, noto come Endeavour, ha attraccato alla stazione spaziale poco dopo l’1:40 EST (0640 GMT) di venerdì, circa 25 ore dopo il lancio dal Kennedy Space Center della NASA a Cape Canaveral, in Florida.

La connessione è stata confermata quando la ISS e la capsula hanno volato a circa 250 miglia (420 km) sopra la Terra a 17.500 miglia all’ora (28.164 km) sopra la costa dell’Africa orientale, secondo un webcast in diretta della NASA del rendezvous.

Le manovre di attracco sono andate in ritardo quando la Crew Dragon si è avvicinata definitivamente alla stazione.

Le squadre di controllo a terra di SpaceX hanno sospeso la capsula a 20 metri dalla ISS per 23 minuti controllando che tutti i 12 ganci di chiusura utilizzati per fissare la capsula alla porta di attracco fossero correttamente aperti.

Ultimi aggiornamenti

Guarda altre 2 storie

Il problema è stato finalmente risolto dopo un override del software implementato dal personale di terra.

All’arrivo, l’equipaggio condurrà una serie standard di test di tenuta, pressurizzando il passaggio tra la capsula e la ISS, prima della schiusa all’interno della stazione, che dovrebbe durare circa due ore.

Una volta a bordo, il team di quattro persone affronta un intenso carico di lavoro di oltre 200 esperimenti e dimostrazioni tecniche, dagli studi sulla crescita delle cellule umane nello spazio al controllo dei combustibili in condizioni di microgravità.

Alcune delle ricerche nell’ambito del programma Artemis della NASA potrebbero aprire la strada a missioni umane di lunga durata sulla luna e oltre, ha affermato l’agenzia spaziale statunitense, il successore di Apollo.

L’equipaggio della ISS è responsabile dell’esecuzione della manutenzione e delle riparazioni sulla stazione e della preparazione per l’arrivo e la partenza di altri astronauti e del carico utile.

Designato Crew 6, segna il sesto equipaggio a lungo termine della ISS che SpaceX ha fatto volare per la NASA da quando l’impresa missilistica privata fondata dal miliardario Elon Musk ha iniziato a inviare in orbita astronauti americani nel maggio 2020. Musk è l’amministratore delegato del produttore di auto elettriche Tesla (TSLA). O) e del sito di social media Twitter.

L’ultimo membro dell’equipaggio è Stephen Bowen, 59 anni, un ex ufficiale sottomarino della Marina degli Stati Uniti che ha registrato più di 40 giorni in orbita, un veterano di tre navette spaziali e sette passeggiate nello spazio. Il collega astronauta della NASA Warren “Woody” Hoburg, 37 anni, ingegnere elettrico, specialista in informatica e pilota commerciale designato, ha effettuato il suo primo volo spaziale.

La missione Crew 6 includeva anche l’astronauta degli Emirati Arabi Uniti Sultan Al Nayadi, 41 anni, la seconda persona del suo paese a volare nello spazio e la prima persona a lanciarsi dal suolo statunitense come parte di un equipaggio di lunga durata della stazione spaziale.

READ  Oscar 2023: Academy consente ad Andrea Riseborough di continuare la sua nomination

A completare l’equipaggio di quattro persone c’è il cosmonauta russo Andrey Fedayov, 42 anni, che, come Alneyadi, è ingegnere e cosmonauta.

Segnalazione di Steve Corman a Los Angeles. Montaggio di Gerry Doyle

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *