Porto Torres

Post recenti

Vinyls Sardegna, 88 licenziamenti: una ‘via crucis’ durata 5 anni

È calato il sipario su una vertenza simbolo durata cinque anni. Gli operai della Vinyls hanno ricevuto le lettere del curatore fallimentare proprio il giorno di Venerdì Santo. Finisce la ‘via crucis’ dei lavoratori che quattro anni fa sono riusciti a commuovere l’Italia con la loro protesta pacifica nel carcere, ma che non è bastata a […]

Continua a Leggere...

In Rai la protesta della Vinyls: nessuna reazione degli ospiti in studio

Quattro operai di Porto Marghera occupano da 6 giorni la torcia dello stabilimento a 150 metri d’altezza I lavoratori sono senza stipendio da gennaio e senza cassa integrazione da maggio. La vertenza è bloccata Agorà trasmette un servizio su Vinyls: gli ospiti in studio non commentano. Il paese reale non interessa? Questa mattina nella prima […]

Continua a Leggere...

Diario #PortoMarghera: ‘Secondo giorno su questa torre, a 150m d’altezza’

Diario dalla torcia in ESCLUSIVA sul blog L’isola dei cassintegrati. Secondo giorno a 150m d’altezza. “I nostri problemi arrivano fino al cielo, siamo saliti qui sopra per ricordarlo a tutta Italia”. I lavoratori sono senza stipendio da gennaio e senza cassa integrazione da maggio. La vertenza è bloccata. Ore 7:00 – Buongiorno a tutti i lettori dell’Isola dei cassintegrati, […]

Continua a Leggere...

Senza stipendio da mesi, gli operai di Marghera occupano la torcia dello stabilimento

Notizia in ESCLUSIVA sul blog L’isola dei cassintegrati. Questa notte dormiranno sulla torcia. Alle 7:00 del mattino quattro lavoratori del petrolchimico sono saliti a 150 metri d’altezza per protestare. I lavoratori sono senza stipendio da gennaio e senza cassa integrazione da maggio. Intanto, in Sardegna, 90 lavoratori Vinyls di Porto Torres inizieranno i “lavori socialmente […]

Continua a Leggere...

Dopo 6 mesi senza stipendio i lavoratori Vinyls abbandonano i presidi di sicurezza

In seguito all’incontro (inutile) con il Ministro dello Sviluppo Economico, e a un passo dal fallimento dell’intera industria chimica italiana, i lavoratori di Porto Marghera hanno deciso di abbandonare i presidi di sicurezza degli impianti. Lo stesso accade a Porto Torres. E mentre i commissari straordinari dell’azienda minacciano provvedimenti disciplinari nei confronti dei cassintegrati, la […]

Continua a Leggere...

Zanonato si impegna su Vinyls: slitta il fallimento

Sarà che al Veneto ci tiene, sarà che è già passato un mese dal giuramento, ma ora il neo-ministro allo Sviluppo Economico Flavio Zanonato (ex sindaco di Padova) ci mette la faccia. Lo fa con la madre delle vertenze industriali italiane: Vinyls. La scorsa settimana gli operai dello stabilimento di Porto Marghera sono saliti per l’ennesima […]

Continua a Leggere...

Vinyls fallisce, la colpa è di tutti

“Dice che siamo falliti” ci scrive un operaio della Vinyls su facebook, “Dimmi tu cosa capisci dal documento del Tribunale di Venezia”. Il 23 Gennaio ci sarà un’udienza al tribunale per decidere il cambio di stato da amministrazione straordinaria a fallimento per il gruppo Vinyls, e quindi gli stabilimenti di Porto Torres e Porto Marghera. […]

Continua a Leggere...

Vinyls: Perché è fallita la proposta Finambiente

Mentre andava in scena il teatrino di presentazione della chimica verde a Porto Torres – presenti il ministro (ancora per poco) Passera, istituzioni locali, Ugo Cappellacci e l’a.d. Eni Paolo Scaroni – pubblichiamo il racconto di Tino Tellini, ex operaio dell’Asinara. Ci spiega perché il progetto Finambiente-Pb Oil, che intendeva rilevare i lavoratori Vinyls, è […]

Continua a Leggere...

Report, Eni, i giornalisti

Ieri sera il programma di Raitre Report ha mandato in onda una bella inchiesta su Eni, e in particolare sulla gestione Scaroni, di Paolo Mondani. La puntata era stata rinviata di alcune settimane, la Gabanelli a inizio puntata afferma che ci sono stati problemi. Durante l’inchiesta si fa un preciso riferimento a giornalisti pagati dall’azienda […]

Continua a Leggere...

E.On, sciopero nella baracca al freddo

Mentre nel Sulcis gli operai occupano la miniera, dall’altro capo della Sardegna la situazione è altrettanto drammatica. Dieci giorni fa nella centrale termoelettica E.On di Fiume Santo (nord Sardegna) gli operai bloccavano gli accessi per scongiurare 40 licenziamenti. Ora i dipendenti della ditta in appalto Seratin scioperano dentro una baracca che hanno costruito per proteggersi […]

Continua a Leggere...