Il calo delle vendite di Tesla è un segnale che la sua presa sul mercato dei veicoli elettrici si sta allentando

Dopo aver riportato uno scioccante calo delle vendite trimestrali martedì, Tesla sembrava aver perso il controllo del mercato che aveva creato, sollevando nuove domande sulla leadership dell'azienda da parte di Elon Musk.

Il calo delle vendite ha attirato gli investitori poiché rivali come BYD e Kia in Cina e Hyundai in Corea del Sud hanno riportato aumenti nelle vendite di veicoli elettrici.

Tesla ha aperto la strada al mercato dei veicoli elettrici con la berlina Model 3 e il veicolo utilitario sportivo Model Y, dimostrando che le auto alimentate a batteria potevano essere attraenti, pratiche e redditizie. Le automobili hanno rivoluzionato l’industria automobilistica e hanno costretto le case automobilistiche affermate a sviluppare i propri modelli elettrici.

Ma il mercato si sta preparando contro Tesla. A differenza dei primi utilizzatori che hanno alimentato la crescita di Tesla, gli acquirenti tradizionali potrebbero essere scoraggiati dal design non convenzionale dei veicoli, dagli interni minimalisti e dalla mancanza di pulsanti e interruttori. Tutte le funzioni dei veicoli Tesla sono controllate da un grande schermo sul cruscotto.

In una recensione della nuova versione della Model 3, Consumer Reports ha dichiarato martedì: “È completamente fonte di distrazione regolare qualsiasi cosa nel veicolo mentre si guida lungo la strada.

Tesla, che vende automobili online, è stata oggetto di lamentele per il servizio scadente perché non ha molti showroom. Ciò potrebbe dare un vantaggio alle case automobilistiche affermate come Ford Motor Company e General Motors, che hanno estese reti di concessionari e stanno aumentando la produzione di veicoli elettrici.

Tesla sembra incapace di rispondere a queste sfide. È stato lento nel dare seguito al suo successo iniziale con nuovi modelli, e Mr. Martedì non ha risposto ai dati di vendita su X, la piattaforma di social media di sua proprietà. Invece, si è scagliato contro i dirigenti della Walt Disney Company, che ha accusato di essere “svegliati”. Tali commenti lo hanno reso un eroe per i conservatori, ma potrebbero allontanare Tesla dai liberali che acquistano più auto elettriche.

READ  Risultati giornalieri dei playoff NBA: James Harden di Sixers segna 45 punti; Nikola Jokic dei Nuggets è il protagonista

Tesla disse Nel primo trimestre ha consegnato 387.000 auto in tutto il mondo, in calo dell'8,5% rispetto alle 423.000 dello stesso periodo dell'anno scorso. È stata la prima volta che le vendite trimestrali di Tesla sono diminuite su base annua nel 2020 da un leggero calo all’inizio della pandemia. I dati sulle vendite si aspettavano un aumento inferiore a quello previsto dagli analisti di Wall Street.

“Tesla non può stare ferma”, ha detto in una e-mail Ben Ross, presidente di War Road Research. “I veicoli elettrici cinesi stanno già prendendo piede in Europa e non è chiaro per quanto tempo sarà loro vietato l'ingresso negli Stati Uniti”

Sig. Ha detto Rosa.

Naturalmente, alcuni dei cali delle vendite potrebbero aver riflesso problemi di produzione al di fuori del controllo dell’azienda, incluso un incendio in una fabbrica Tesla vicino a Berlino provocato da un incendio doloso.

E le auto dell'azienda hanno ancora molti fan. Analizzando i controlli della Model 3, Consumer Reports ha scoperto che l'ultima versione offriva una guida migliore e una migliore manovrabilità rispetto al suo predecessore.

Ma gli investitori sono chiaramente nervosi. Le azioni di Tesla sono scese di oltre il 30% quest’anno – incluso il calo del 5% di martedì – a causa delle preoccupazioni che la società abbia perso slancio.

In Cina, Tesla affronta BYD e dozzine di altri rivali con piani di espansione a livello globale. In Europa, case automobilistiche affermate come Volkswagen e BMW hanno introdotto modelli alimentati a batteria. Negli Stati Uniti, le vendite di auto elettriche non crescono così velocemente come un anno fa e molti acquirenti optano invece per modelli ibridi che combinano un motore a benzina con batterie e motori elettrici.

I concorrenti di Tesla continuano a segnalare aumenti delle vendite. BYD ha dichiarato martedì di aver venduto circa 300.000 veicoli elettrici, in crescita del 13% rispetto all'anno precedente. Nel primo trimestre l’azienda ha venduto 324.000 veicoli ibridi plug-in, in crescita del 15%.

READ  Barca di migranti: i parenti cercano i propri cari poiché si temono centinaia di morti

BYD e altre case automobilistiche cinesi si sono affrettate a introdurre nuovi modelli, spesso sottoquotando i prezzi di Tesla. Le aziende esportano automobili anche in Europa, Sud-Est asiatico e America Latina.

Kia, con sede in Corea del Sud, ha dichiarato martedì che le vendite dei suoi veicoli elettrici negli Stati Uniti sono più che raddoppiate nei primi tre mesi dell'anno rispetto all'anno precedente, dopo il lancio di un nuovo grande SUV, l'EV9. La consorella di Kia, Hyundai, ha dichiarato di aver venduto più di 10.000 veicoli elettrici negli Stati Uniti, in crescita del 75% nel primo trimestre.

Toyota, la più grande casa automobilistica del mondo, non vende veicoli completamente elettrici. Ma la società ha affermato che le vendite negli Stati Uniti di veicoli elettrificati, una categoria composta principalmente da ibridi con i marchi Toyota e Lexus, sono aumentate del 74% nel primo trimestre.

Tesla è stata la pioniera delle auto elettriche per il mercato di massa, ma la sua gamma sta invecchiando. L'unico nuovo modello dell'azienda per il 2020 è il Cybertruck, un pick-up futuristico venduto in numero limitato lo scorso anno. La versione a basso costo che Tesla afferma di poter offrire quest’anno parte da circa 80.000 dollari, rendendola inaccessibile per la maggior parte degli acquirenti di automobili.

Rivian, il cui pick-up R1 compete con il Cybertruck, ha visto le vendite del camion e degli altri due modelli aumentare del 70% nel trimestre a 13.600 veicoli.

Tesla sta lavorando su un’auto elettrica che costerà circa 25.000 dollari, ma non si prevede che il modello sarà messo in vendita in gran numero fino al 2026. Nel frattempo, Tesla fa affidamento sulla Model Y e sulla Model 3 per la maggior parte delle sue vendite.

L'azienda ha ripetutamente tagliato i prezzi, ma gli analisti sostengono che la strategia non ha fatto abbastanza per incrementare le vendite e ridurre i profitti. L'azienda ha recentemente aumentato moderatamente i prezzi di alcune auto negli Stati Uniti e in Cina. Dopo un aumento di 1.000 dollari annunciato questa settimana, la Model Y parte da quasi 45.000 dollari prima dei crediti d'imposta federali e statali.

READ  Il direttore dell'FBI Wray concorda con la valutazione del Bureau secondo cui il Covid-19 potrebbe essere stato il risultato di un incidente di laboratorio.

Gary Black, socio amministratore di Future Fund, una società di investimento pubblicata su X, ha dimostrato che i numeri di vendita trimestrali dicono ai manager di Tesla che “hanno bisogno di una vera strategia di vendita e non possono fare affidamento solo sulla riduzione dei prezzi”.

Il CEO di Tesla, Sig. Musk non ha fornito indicazioni chiare su come la società intende riprendere slancio. Allo stesso tempo, le sue dichiarazioni polarizzanti e l’appoggio alle teorie del complotto di destra hanno alienato molti clienti di sinistra che hanno maggiori probabilità di acquistare auto elettriche.

Raphaelle Cassens, residente a Los Angeles, ha rinunciato alla sua Tesla Model Y noleggiata l'anno scorso e l'ha sostituita con una BMW i4 elettrica noleggiata. Ha cambiato il sig. Il muschio è una delle ragioni, ha detto.

“Onestamente, non mi piace come individuo”, ha detto la signora Cassons, che è una democratica registrata ma si descrive come apartitica. Ha anche detto di aver ricevuto un servizio scadente da parte dell'azienda. “L'atteggiamento dell'azienda riflette certamente quello del proprietario”, ha aggiunto la Cassons.

Almeno una delle principali case automobilistiche sta lottando per vendere veicoli elettrici. GM ha dichiarato martedì che le sue vendite negli Stati Uniti sono diminuite dell’1,5% nel primo trimestre, poiché le consegne di auto alimentate a batteria sono diminuite di un quinto a 16.000 veicoli.

Il calo delle vendite di veicoli a batteria è il risultato di un forte calo delle vendite della Chevrolet Bolt, la cui produzione GM interromperà alla fine del 2023. Per la perdita della Bolt, una delle auto elettriche più convenienti d'America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *