La FDIC si prepara a porre la Prima Repubblica sotto amministrazione controllata – fonte

28 aprile (Reuters) – La Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) degli Stati Uniti si sta preparando ad acquisire presto la First Republic Bank (FRCN). Nel commercio esteso.

L’autorità di regolamentazione bancaria degli Stati Uniti ha deciso che le condizioni del travagliato prestatore regionale sono peggiorate e non c’è molto tempo per perseguire un piano di salvataggio da parte del settore privato, ha detto la fonte a Reuters in condizione di anonimato perché la questione è riservata.

Le principali banche, tra cui JPMorgan Chase & Co (JPM.N) e PNC Financial Services Group (PNC.N), stanno gareggiando per acquistare First Republic a seguito di un’acquisizione da parte del governo che potrebbe avvenire già questa settimana, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal. Venerdì.

PNC, JP Morgan e First Republic hanno rifiutato di commentare il rapporto, mentre la FDIC non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

L’istituto di credito con sede a San Francisco è la terza banca statunitense a cadere da marzo se il suo valore scende. First Republic ha dichiarato questa settimana che i suoi depositi sono diminuiti di oltre $ 100 miliardi nel primo trimestre.

Le azioni della banca sono crollate del 43%, peggiorando una traiettoria azionaria che ha spazzato via il 75% del suo valore questa settimana. Il titolo ha perso più della metà del suo valore venerdì, raggiungendo il minimo storico di 2,99 dollari.

Grafica Reuters

Al minimo, la capitalizzazione di mercato della banca era di quasi $ 557 milioni, ben lontana dal picco di $ 40 miliardi nel novembre 2021.

Anche le azioni di alcune altre banche regionali sono diminuite, con Pacwest Bancorp (PACW.O) in calo del 2% dopo la campana e Western Alliance (WAL.N) in calo dello 0,7%.

READ  Anthony Davis ha guidato la vittoria in fuga in Gara 3 dei Lakers sui Warriors

Reuters ha riferito venerdì scorso che la FDIC, il Dipartimento del Tesoro e la Federal Reserve erano tra le agenzie governative che avevano organizzato incontri con le istituzioni finanziarie su un’ancora di salvezza per la banca.

La notizia dell’imminente trasferimento di First Republic in amministrazione controllata arriva lo stesso giorno in cui la Federal Reserve e la FDIC hanno dettagliato le loro carenze di supervisione prima delle corse dei depositi che hanno portato al crollo della Silicon Valley Bank e della Signature Bank a marzo.

La valutazione della banca centrale delle sue inadeguatezze nell’individuare i problemi e spingere per soluzioni a SVB con sede a Santa Clara, in California, è arrivata con la promessa di una supervisione più rigorosa e regole più severe per le banche.

Bank of America Corp. (BAC.N), Citigroup Inc. ( CN ), le grandi banche hanno organizzato un’ancora di salvezza per First Republic raccogliendo $ 30 miliardi di depositi dai pesi massimi delle banche statunitensi tra cui JPMorgan e Wells Fargo & Co ( WFC ). N).

Ma First Republic ha faticato a trovare il sostegno delle grandi banche o delle società di private equity per la sua mossa proposta di vendere attività come “bad banking” o obbligazioni e libri ipotecari.

Le principali banche che hanno effettuato il deposito si sono rifiutate di commentare o non erano disponibili per un commento.

First Republic, che lunedì ha riportato i guadagni del primo trimestre, ha dichiarato di voler ridurre il proprio bilancio e ridurre i costi tagliando i compensi dei dirigenti, riducendo lo spazio del back office e licenziando dal 20% al 25% del personale nel secondo trimestre.

John Guernera, analista istituzionale senior presso RBC BluePay Asset Management, ha affermato che il caso di First Republic era una “situazione in evoluzione”.

READ  "Ricerca e salvataggio" in corso mentre il sottomarino diretto al Titanic scompare

“Il resto del sistema bancario regionale si sente come se fosse in un posto diverso rispetto a dove si trova la FRC”, ha detto.

Medha Singh riferisce a Bangalore; Montaggio di Saumyadeb Chakraborty

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *