UConn, Purdue ha mostrato il progetto per la costruzione dei roster del campionato NCAA – ancora una volta

Glendale, Arizona. – Il piano generale per il basket universitario maschile è tornato alla ribalta lunedì sera, ma fiocchi di coriandoli fluttuavano nell'area. Il Connecticut ha vinto un altro campionato nazionale, il secondo consecutivo, ed è stata la cosa più difficile da fare. Ma le impronte e gli stimoli che hanno portato direttamente a Happy Humanity ad aprile erano perfetti per qualsiasi allenatore o dirigente che volesse guardare. Ora questo ha successo. È intricato e delicato e, onestamente, non è difficile da trovare.

Ed era proprio lì dietro i tristi gradini che Purdue ha tolto dal campo allo State Farm Stadium. Potrebbe esserci un'intera vita di sport a West Lafayette, Indiana, ma non dovrebbero esserci rimpianti per l'architettura. Ciò che i Boilermakers hanno fatto per guadagnarsi la possibilità di arrabbiarsi è più o meno ciò che deve fare qualsiasi programma in questo gioco. Non funziona contro una squadra. Cos'altro c'è di nuovo quando UConn è la stessa squadra?

Vai più in profondità

UConn blocca Purdue nella partita per il titolo, tornando uno dopo l'altro

“Puro dominio”, ha detto Hassan Tiarra, senior degli Huskies, nella gioia di una vittoria per 75-60 e di un sesto campionato nazionale per il programma. “Offensivamente. Difensivamente. La nostra comunicazione reciproca. Questa squadra è fantastica”.

Lo è, ma è una rimasterizzazione in alta definizione di un vecchio film che abbiamo visto prima. I titoli nazionali nel basket universitario maschile non si vincono attraverso lo sviluppo dei giocatori o l'infusione di giovani talenti o l'abile comando di un portale di trasferimento. Fanno tutto e ci riescono. Nella dovuta proporzione, e forse nell'ordine di cui sopra. Prima del calcio d'inizio di lunedì, Connecticut e Purdue hanno riaffermato ciò che ci avevano detto in precedenza Kansas, Baylor, Virginia e Villanova. Ciò che Jayhawks, Gonzaga o Dayton potrebbero aggiungere, ma distruggere una pandemia post-stagionale quattro anni fa.

Significato su schtick. La cosa nuova e scintillante viene gettata in una scatola da scarpe e spinta nell'armadio.

Perché inseguire altro che questa mappa? Perché illuderti pensando di essere il ragazzo più intelligente nella stanza quando sei l'unico ragazzo nella stanza? Questo è il modo, è stato per qualche tempo e sarà per il prossimo futuro.

“Penso che dovremmo stare tutti zitti su questa cosa,” ha detto l'allenatore degli Huskies Don Hurley un giorno prima che i titoli dei giornali prendessero piede, “e smettere di cercare di aiutare le persone che non sanno cosa stanno facendo.”

READ  Trump ha messo a tacere le dichiarazioni di apertura dell’indagine monetaria

Qui siamo d'accordo che bisogna essere bravi, non solo secondo i precedenti.

“Devo ancora vedere qualcuno entrare qui ed essere intervistato continuamente con giocatori scadenti”, ha osservato solennemente l'allenatore dei Boilermakers Matt Painter alla vigilia del campionato. Ma entrambe le squadre che hanno giocato lunedì avevano un totale di una recluta a cinque stelle nei loro elenchi. Nel frattempo, nella Divisione I sono stati giocati un totale di 27.063 minuti tra i 10 titolari. Il tipo giusto di bene e il tipo di bene senza senso.

Purdue ha prodotto un All-American senior che potrebbe essere il più grande esempio di tutti i tempi di sviluppo paziente del giocatore, un attaccante del terzo anno che ha saltato il suo primo anno, due guardie del secondo anno con alcune cicatrici e un trasferimento del quinto anno. Una guardia molto selettiva prelevata dal portale.

“Molte persone che escono dal portale, se trovano molti ragazzi, cercano di prendere i ragazzi più talentuosi”, ha detto Painter. “Qualcuno deve prendere sei o sette ragazzi – non è possibile che sei o sette ragazzi vincano. È impossibile, non è vero?


Intorno a Zach Eddy e Braden Smith, Purdue aveva la combinazione perfetta nel roster: per battere tutte le squadre tranne una. (Grace Hollers/USA Today)

Yukon? Molte innovazioni di anno in anno, ma abbastanza uniformità.

Lunedì è stato guidato da un'ex guardia di trasferimento che ha concluso il suo secondo anno con il programma, Tristan Newton, il motore della vittoria di una partita per il titolo per la seconda volta in tanti anni. Ha anche iniziato con un attaccante del terzo anno che ha saltato la sua stagione da matricola, un secondo anno e una matricola che sarebbero stati scelti al primo turno, e una guardia di trasferimento del quinto anno che è stata prelevata in modo molto selettivo da Portal.

“Giovani giocatori con talento isolato, inserendo giocatori nel proprio programma che possano perpetuare la cultura”, ha detto Hurley, aggiungendo che ha preferito non divulgare i codici non così segreti. “Aggiunte strategiche al portale che possono portarti in cima in seguito.”

Il concetto generale non è nuovo ed è ancora più impressionante quando altri programmi non tentano di emularlo. UConn nel 2023 ha fatto crescere veterani (Andre Jackson Jr., Adama Sanoko), un trasferimento di sviluppo (Newton), uno studente del secondo anno in ascesa (Jordan Hawkins) e giovani promettenti (Donovan Klingen, Alex Karaban).

READ  Washington Post: DOJ ha nuove prove di potenziale embargo nel caso dei documenti Trump Mar-a-Lago

Kansas nel 2022? I senior cresciuti (Ochai Akbaji, Christian Brown, David McCormack), un talentuoso studente del secondo anno (Jalen Wilson) e un senior trasferito (Remy Martin) completano il mix.

Baylor nel 2021? Una stella in erba (Jared Butler), al terzo anno con il programma (Masio Teague e Davion Mitchell), viene sostituita da giovani talentuosi (Adam Flagler). La squadra del campionato della Virginia era tutta junior e una studentessa del secondo anno. Villanova aveva Jalan Brunson e Michael Bridges come rocce climatologiche, sostenendo i giovani intorno a loro.

Naturalmente, dopo aver messo tutto insieme, ci sono dei giochi in mente. La definizione di rollio significa arrivarci con più tunnel che un percorso sicuro lungo il percorso.

Tutti dovrebbero voler fare quello che dici e non andarsene quando non gli piace quello che sentono.

Sembra che ci sia un trucco anche in questo.

“Sono brutalmente onesti”, ha detto Karaban.

per andare più in profondità

Vai più in profondità

Primissima top 25 maschile: Duke, Gonzaga e Houston partono prima del 2024-25

La potenza iniziale di UConn è una delle prime 50 reclute consensuali. Si è unito agli Huskies nel 2022 come iscritto a metà anno. Non ha giocato un solo minuto. “A loro piacevo per la mia capacità offensiva, ma erano onesti con me, in fase difensiva devi migliorare”, ha detto Karaban. Ha effettuato il quarto maggior numero di tiri in una squadra del campionato nazionale come matricola in maglia rossa. Lunedì aveva il terzo maggior numero di tiri per UConn. Non andrà da nessuna parte e non andrà da nessuna parte a meno che non sia per un franchise NBA.

Soddisfa per grado, non per decreto. “Non baciamo i bambini – durante il reclutamento”, ha detto Hurley. “Non lo baciamo quando sono al campus. Diamo un valore enorme ai nostri giocatori perché siamo della vecchia scuola e diamo loro potere.

Nell'altro spogliatoio, domenica pomeriggio, due giocatori erano seduti in platea, felici di essere qui, forse non avrebbero mai pensato che sarebbero stati qui. Ethan Morton ha giocato 880 minuti in 29 partite con la Purdue la scorsa stagione. Ha iniziato da zero e ha registrato più di 500 minuti quest'anno. Caleb Furst è sceso da 18,4 minuti come matricola a 9,2 da junior.

READ  Vincitori e perdenti del primo round del Draft NFL 2024: gli Eagles trovano il loro CB, Kirk Cousins ​​​​disgraziato

“Mi fa male che non stiano giocando”, ha detto Painter, che viene pagato per prendere decisioni per il progresso di Purdue. Facile e giusto da dire. Non è facile da digerire quando sei una persona che non ha fatto nulla per il miglioramento della Purdue. Come nel caso dell'aspettativa che un giocatore possa leggere la stanza con il passare dell'anno, è particolarmente difficile quando non c'è una conversazione definibile al riguardo.

Finché nessuno è disposto a dirlo, niente prurito. “L'ho detto spesso alla gente”, ha detto Morton. “Se non accetti ciò che vogliono che tu faccia, finirai male.”

Anche se questi due programmi e i loro allenatori hanno una caratteristica chiave del programma UConn – guardie grandi che le guardie più piccole non possono vedere o oltrepassare – Purdue non lo sopporta.

Questo è il motivo per cui gli Huskies possono iniziare una celebrazione con 36 secondi rimasti sul cronometro di gara; L'artista ha smesso di commettere errori deliberati. Sicuramente sapeva già da tempo quello che sospettava: ha trasformato il suo programma in una squadra che poteva battere ogni altro programma tranne quello dell'altra panchina.

Ecco perché Hurley ha dato l'ordine a suo figlio, Andrew, di tenere la palla da basket nei momenti calanti mentre il cronometro scorreva e UConn si prendeva volentieri l'attacco: Spike quella palla. Andrew Hurley ha forzato il suo pop. Un punto esclamativo, le persone che si preoccupano di notarlo, come possono non farlo?

I Boilermakers, nel frattempo, hanno un equilibrio con cui fare i conti dopo che il colosso di 7 piedi e 4 è sceso in campo per due anni consecutivi. Non saranno più gli stessi senza Zach Eddy, che lunedì ha segnato 37 punti. Non possono esserlo. Tuttavia, devono ancora essere completamente vecchi, e quella vecchiaia completerà una delle prime 15 classi di reclutamento che si immatricoleranno quest'estate. È una versione diversa dello stesso programma. “Quando ottieni il maggior numero di vittorie nella storia della scuola, sei la prima squadra dal 1976 a vincere campionati consecutivi (Big Ten) in più partite, e sei a un passo dal vincere tutto, e questo è il standard”, ha detto Painter.

Sentiti libero di farlo al contrario. Entrambi questi programmi, o chiunque altro abbia aperto gli occhi negli ultimi lunedì del campionato, sarà felice di essere di nuovo qui un giorno.

(Foto in alto di Alex Karaban, Stephon Castle, Donovan Clingan e Tristen Newton della UConn: Jamie Squire/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *