Una sala da pranzo affrescata con decorazione troiana offre nuovi spunti sull'antica Pompei

Gli archeologi che lavorano nell'antico sito di Pompei hanno svelato giovedì la loro ultima scoperta: una sala da pranzo formale che offre uno sguardo su come vivevano alcuni ricchi, o almeno sull'arte su cui potevano meditare.

Le pareti sono rivestite di pannelli e dipinte di nero scuro in modo che il fumo delle candele non macchi, dicono gli esperti. Molti di loro sono decorati con coppie legate alla guerra di Troia.

La sala da pranzo è parte di un'insula, l'equivalente di un isolato urbano, scavata con un progetto di dissolvenza del perimetro tra la parte scavata e quella non scavata della città, di cui una parte sotterranea. Questo piano aiuterà a proteggere meglio il sito.

“Le persone si incontrano per cenare dopo il tramonto; La luce tremolante delle luci, soprattutto dopo qualche bicchiere di buon vino campano, faceva sembrare le immagini in movimento”, ha detto Gabriel Zuchtrigel, direttore del Parco Archeologico di Pompei, in un comunicato stampa sulla sala da pranzo. “Le coppie mitiche fornivano spunti per conversazioni sul passato e sulla vita, che erano di natura semplicemente romantica. In realtà rappresentavano la relazione tra l'individuo e il destino.

Queste coppie includono Elena di Troia e Paride, identificata nella scena con un'iscrizione greca di un altro nome, Alexandros, e un pannello sulla stessa parete mostra i genitori di Elena: la regina Leda di Sparta e Zeus, raffigurato come un cigno. L'ha sedotta. Dall'altra parte della stanza, di fronte a Elena, alla sua ancella e a Paride – e a un cane dall'aspetto disperato – Cassandra, che può vedere il futuro, si unisce ad Apollo nel maledirla in modo che le sue profezie non siano credute.

READ  Neonato di 10 mesi rapito salvato vivo nel parco del New Mexico, 2 donne uccise, ragazza gravemente ferita

ANNO DOMINI Ci sono prove che la stanza fosse parte di un edificio ricostruito quando il Vesuvio eruttò improvvisamente nel 79 d.C., seppellendo la città sotto pomice e cenere. Zuchtriegel ha detto in un'intervista telefonica.

“Sembra che l'intera insula sia stata ricostruita durante l'eruzione”, ha detto. Sig. Zuchtriegel ha detto che la ricostruzione è stata probabilmente il risultato di un terremoto che ha scosso la città “pochi mesi” prima dell'eruzione del Vesuvio.

in un altro Una camera recentemente scavata Vicino alla sala da pranzo gli archeologi hanno rinvenuto tegole accatastate, attrezzi da lavoro, mattoni e malta, reperti che permettono di comprendere le antiche tecniche costruttive e l'uso del cemento.

Nell’ultimo anno sono state scoperte varie parti dell’insula, fornendo una nuova comprensione di come vivevano gli antichi abitanti. Ad esempio, una stanza annessa a una panetteria suggerisce che alcuni schiavi vivessero con gli asini in una stanza buia dove l'unica finestra era coperta da sbarre. Un dipinto in un'altra stanza sembra mostrare gente del posto che gusta la pizza, o almeno un prototipo. Lo testimoniano le iscrizioni elettorali presso il panificio Comprano voti Non inaudito.

IL Dipinti della sala da pranzo 15 a.C Dipinto nel terzo stile diffuso a Pompei dal I alla metà del secolo d.C., il Sig. Zuchtriegel, e ci sono prove che siano stati recuperati e restaurati in tempi antichi.

“I colori sono leggermente diversi e puoi notare la differenza”, ha detto.

La sala da pranzo è attualmente chiusa al pubblico a causa di ulteriori scavi.

“Non sappiamo cosa c’è là fuori – questa è la parte più importante”, ha affermato Mr. Zuchtriegel ha detto.

READ  Previsioni per l'area DC: oggi possibili forti tempeste, allarme inondazioni in vigore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *